domenica 30 novembre 2014

PADRE KOLBE : 'SIAMO IN GRADO DI IDENTIFICARE CON SICUREZZA UNA MAFIA CRIMINALE CHIAMATA MASSONERIA'

Massimiliano Kolbe (1894-1941) frate francescano polacco ucciso ad Auschwitz e canonizzato nel 1982 era esperto in massoneria e le sue considerazioni vennero riassunte in un saggio di Padre Antonio Di Monda :
la massoneria e' una societa' segreta formata in gran parte da ebrei, una di queste finalita' e' la liquidazione del mondo soprannaturale e la distruzione di tutte le religioni in particolare la Chiesa Cattolica. Ha infettato la scuola, l'arte, il teatro, il cinema, e la letteratura con il paganesimo. Coltiva il culto di satana. Dal loro laboratorio e' nata la rivoluzione francese, tutte le rivoluzioni dal 1789 al 1815, ed anche le guerre mondiali. La massoneria e' costituita per la maggior parte da ebrei; lo spirito e' ebraico : ' I collegamenti (tra massoneria e giudaismo) sono molto piu' intimi di quanto si potrebbe pensare....lo spirito della massoneria e' quello del giudaismo nelle sue convinzioni fondamentali, le sue idee sono giudaiche, la sua lingua e' ebraica, la sua organizzazione e' quasi ebraica. Ogni volta che mi avvicino al santuario dove la massoneria svolge il suo lavoro, senti il nome di Salomone, il Tempio di Hiram (...), il Dio di Abramo. La massoneria si basa sul naturalismo che e' il culto esasperato, l'idolatria della ragione umana ed il culto della liberta' illimitata. La massoneria e' nemica di ogni moralita', promuove l'egoismo a tutto volume, mascherato da una filantropia di facciata.
Il giuramento nel 3° grado della massoneria esalta i piaceri del sesso, idolatra la forza generativa, senza ritegno e discrezione. Oggi la societa' si basa sull'edonismo....
La massoneria ha finanziato e sostenuto la rivoluzione comunista russa del 1905, nel 1918 ha finanziato il comunista Bela Kun in Ungheria ed Edourd Benes in Cecoslovacchia, nel 1936 la rivoluzione spagnola. Nel 1945 le truppe americane occuparono l'Austria, la Cecoslovacchia, l'Ungheria, con l'accordo di Yalta i massoni Churchill e Roosevelt hanno lasciato campo libero a Stalin. Il risorgimento italiano e' opera della massoneria. Padre Kolbe scrisse : ''siamo in grado di identificare con sicurezza una mafia criminale chiamata 'massoneria'. La mano che manovra tutto e' il sionismo internazionale.

http://henrymakow.com/2013/08/Modern-World-is-a-Product-of-Freemasonry%20.html







martedì 25 novembre 2014

SOROS DIETRO LE MANIFESTAZIONI IN UNGHERIA CONTRO ORBAN

Le manifestazioni contro il Governo Orbán che si svolgono in questo periodo servono per l’Unione Europea e per gli Stati Uniti per fare un colpo di stato perché Orbán Viktor non segue i loro interessi. Non è il popolo ungherese che vuole far cadere il governo, anche perché alle elezioni di aprile esso ha preso di nuovo il 2/3 dei voti. I nemici sono degli estranei diretti dall’Ungheria che vogliono intromettersi negli affari interni del paese. Usano degli schemi già ben collaudati, sono finanziati da Soros György e sono capaci di qualunque cosa per non perdere il loro potere ed i loro profitti sul mercato ungherese. Trovano dei traditori della patria –l’opposizione- che per soldi li appoggiano e della „gente semplice” che gli crede. 
Orbán Viktor vuole far pagare le tasse alle multinazionali che hanno vari benefit in Ungheria. Non pagano tasse, o ne pagano poche, sfruttano i dipendenti, portano via tutto il profitto dal paese e rendono impossibile l’attività delle piccole-medie imprese. Vuole inoltre far pagare le tasse alle banche che con dei crediti in valuta estera hanno ingannato migliaia di famiglie rovinandogli la vita. Ha abbassato le spese dell’elettricità, del gas e dell’acqua e vuole continuare a farlo per alleggerire ulteriormente le bollette degli ungheresi, ma i fornitori di questi servizi sono in mano a israeliani risiedenti in Francia e in Germania che non vogliono perdere del profitto. Un altro motivo è il possibile gasdotto che arriverebbe dalla Russia ed evitando l’Ucraina passerebbe per Bulgaria, Serbia ed Ungheria fino all’Austria (il flusso meridionale).
Insomma si tratta di danni all’interesse (il profitto enorme rischia di diminuire), quindi tutte queste attività del Governo per loro sono fastidiose e per questo motivo intervengono. Soros György finanzia varie organizzazioni dell’opposizione e gli oppositori Gyurcsány Ferenc e Bajnai Gordon. Arriva André Goodfriend incaricato d’affari americano, straordinariamente attivo negli affari interni dell’Ungheria. Qua tra parentesi menzionerei che lo stesso „Bravo Amico” tra il 2009-2012 come console generale ha cercato di far cadere il governo siriano. E adesso vuole dire al popolo ungherese cosa è buono. Inventano delle finte corruzioni e false accuse dei confronti del Governo -che non riescono mai a documentare, a testimoniare- mescolano un po’ le notizie, reclutano degli ungheresi traditori, ignoranti, pronti a fare un po’ di casino, dopodiché trasmettono in Occidente che il Governo Orbán è inaccettabile e che il risultato 2/3 delle elezioni non conta. 
Qua di nuovo aprirei una parentesi perché devo mettere in chiaro che le marce della pace organizzate per il Governo Orbán avevano un’atmosfera particolare, non è mai successo nessun’ atrocità, nessuna violenza e la gente cantava, chiacchierava serenamente. Se invece andiamo a vedere le attuali manifestazioni contro il Governo Orbán ci sono prove su come i manifestanti hanno picchiato alcuni giornalisti, gli hanno sputato in faccia, hanno distrutto la sede del partito FIDESZ (quello di Orbán Viktor) causando dei danni enormi, urlavano parolacce e volgarità senza scrupoli. Si vede lontano anni luce la differenza tra le due folle, sono opposte, la civiltà e l’inciviltà e anarchia incorporate.
Era così incivile anche la manifestazione contro le tasse su internet “organizzata” da Gyurcsány Ferenc e le forze che stanno dietro di lui, finanziato da Soros György ed a cui ha partecipato Goodfriend. Prima di tutto la tassa dell’internet era un pretesto, perché senza un motivo concreto che all’apparenza tocca quasi tutti non sarebbe scesa tanta gente in piazza su richiesta di Gyurcsány che ultimamente ha perso popolarità. Con lo slogan “tasse su internet” è riuscito a muovere una modesta folla. Comunque la proposta di legge parlava di tasse da pagare da parte dei fornitori, non ricaricabili sugli utenti e con un tetto massimo di 3 euro, ma c’è sempre gente che non conosce tutti i dettagli ed è pronta a fare un po’ di caos. Ed ecco pronta la notizia da pubblicare in tutto il mondo su come gli ungheresi sono scontenti, su come è inaccettabile il Governo Orbán, ecc.
Questo scenario ed iter sono ben riconoscibili al colpo di stato nella Repubblica Ceca, dove con lo stesso sistema hanno fatto cadere il Governo Necas, negli eventi in Ucraina, in quelli della primavera araba (Tunisia, Libia, Egitto, Siria). Purtroppo riescono a mimetizzare bene la loro attività segreta, imbrattano l’immagine di chi è contro di loro e dopo difficilmente noi, gente comune possiamo capire chi aveva ragione. Per questo dobbiamo ragionare sulle notizie trasmesse, guardare gli eventi anche da un altro punto di vista, altrimenti crederemo anche noi ai nostri nemici.
Per il momento noi ungheresi che appoggiamo il governo Orbán Viktor non intendiamo manifestare ma aspettiamo lo svolgimento di tutta la faccenda.Se gli attacchi esteri non finiranno allora é nostra intenzione scendere nelle piazze e dimostrare quanto siamo vicini al nostro governo e quanto vogliamo difenderlo.
Grazie per aver letto l'articolo e vi auguro ogni bene.
 
Contatti: bundi01@vipmail.hu
Edina Karossy
Kovács Andras



lunedì 24 novembre 2014

MONTEGRANARO (FM) : CONVEGNO SULLA SOVRANITA' MONETARIA

Video integrale del convegno :

http://salvo5puntozero.tv/montegranaro-09112014-convegno-su-sovranita-monetaria-vera/

Intervento di Salvo Mandara' :

https://www.youtube.com/watch?v=ksRCFtC-6Qc&list=UU1m62nL6PJbHn95WCu58R_g

Paolo Tanga (ex-direttore Banca d'Italia) :

https://www.youtube.com/watch?v=wmo95dH4I7Y&list=UU1m62nL6PJbHn95WCu58R_g

Cosimo Massaro :

https://www.youtube.com/watch?v=u9vIEvBRd9c&list=UU1m62nL6PJbHn95WCu58R_g

Daniele Pace :

https://www.youtube.com/watch?v=ehyvhPJildI&list=UU1m62nL6PJbHn95WCu58R_g

Fabiuccio Maggiore :

https://www.youtube.com/watch?v=r3Vf17jCa1U&list=UU1m62nL6PJbHn95WCu58R_g










domenica 23 novembre 2014

GIANLUCA BUSILACCHI : IL VECCHIO CHE AVANZA

Se sei delle Marche probabilmente da molti mesi ti sara' apparsa, in modo ossessivo, la pubblicita' di Gianluca Busilacchi (Consigliere Regione Marche) sul profilo Facebook.
Busilacchi :
-fa parte degli indagati nelle spese folli della Regione Marche
(http://www.ilmessaggero.it/MARCHE/inchiesta_regione_marche_indagati_politici/notizie/982895.shtml)
-e' a favore del lavoro flessibile
(https://www.facebook.com/busilacchigianluca/photos/a.136789156373848.36619.127863643933066/821192747933482/?type=1&relevant_count=1)
-percepisce 4700 euro netti al mese (dati dicembre 2013)
(http://89.97.204.228/fparticolipdf/401578.pdf)
-frequenta eventi Rotary
(http://www.ilquotidiano.it/articoli/2014/10/8/121940/convegno-organizzato-dal-rotary-club-sullautismo-in-due-appuntamenti-11-ottobre-e-15-novembre)
-riguardo l'autismo (e' Pres. della Commissione Salute) anziche' investire soldi nel prevenire la causa
(vaccini) lo fa nella cura
(http://www.picusonline.it/visualizza/35009.html).
Inoltre sostiene che non esiste correlazione tra vaccini ed autismo :
https://www.facebook.com/busilacchigianluca/posts/921850521201037
-pur essendo un politico locale gode di visibilita' nei media massonici disinformatori nazionali (TgCom24) guadagnandone in voti
(https://www.youtube.com/watch?v=QLki5XjjCS0)
-e' a favore di Rodolfo Giampieri (Rotary Ancona) come presidente Autorita' Portuale
(http://www.vivereancona.it/index.php?page=articolo&articolo_id=435404)
-fa parte del PD, che insieme a Forza Italia, ha trascinato l'Italia nel baratro ed ha firmato trattati
internazionali anticostituzionali (=ALTO TRADIMENTO)
-la Regione Marche, governata dal suo partito, sta conoscendo un aumento di poverta', di disoccupazione e deindustrializzazione







LA PRIMA SOCIETA' SEGRETA NASCE NEL 43 D.C.

La nomina del Gesuita (ebreo) Bergoglio ha scatenato varie ipotesi profetiche: Malachia, Nostradamus, Padre Pio, La Salette, etc. Queste profezie benché interessanti non sono basate sulla rivelazione divina. Sono un’interpretazione umana del futuro, senza alcun riferimento profetico di Daniele e Apocalisse.
L’apostolo Pietro sostiene che la Bibbia è ispirata da Dio, per cui ogni profezia deve essere misurata con la Scrittura che ci esorta a non restare ingannati (2Tess. 2:3) dai falsi profeti (Matteo 24:24).

Come faremo a non essere ingannati?

CHI È PAPA BERGOGLIO?

1. E’ Gesuita perché fa parte della Compagnia di Gesù che è il penultimo gradino dell’Antica Massoneria Segreta Giudea del 43 d.C. chiamata “FORZE MISTERIOSE”.

2. Ha la croce di “ferro”, simbolo di forza della Bestia religiosa (Daniele e Apocalisse) che opera nell’ultima generazione prima del ritorno di Cristo.

3. Si chiama “Francesco” in onore di Francesco Borgia e Francesco Saverio fondatori dei Gesuiti con l’ebreo Ignazio de Loyola.

Francisco [Jorge Mario Bergoglio Sívori]: Suo padre fu l'immigrante (ebreo) italiano José Mario Francisco Bergoglio che lavorava come impiegato ferroviario. Anche sua madre, la signora Regina María Sívori, casalinga, fu immigrante (ebrea) italiana.
http://espadadelespiritu.foroactivo

VEDI GENEALOGIA "SÍVORI"
http://www.jewishgenealogy.com.ar/

I GESUITI E L’ANTICRISTO OCCULTO

“Compagnia” [di Gesù] significa tra le altre cose nel vocabolario della Lingua Italiana: “… Confraternita, congregazione di religiosi… Ordine dei Gesuiti… nel Medioevo (aveva il significato di) Corporazione, consorteria… Lega, alleanza…”.

“L’Ordine dei Gesuiti, la Compagnia di Gesù, è un esercito teoricamente al servizio della Chiesa Cattolica, ma in realtà è il suo strumento di conquista. Si tratta di una milizia per convertire i popoli, per ricondurre le grandi religioni mondiali in seno a Roma attraverso l’Ecumenismo. Ecco perché questa società si chiama «Compagnia». I loro capi sono diretti da entità occulte superiori, come quella che ispirò Ignazio di Loyola. Il «Gesù» dei gesuiti è un semplice prestanome, una copertura fallace perché Gesù Cristo non ha mai agito con l’astuzia e l’assassinio per far avanzare il regno di Dio. Roma, per mezzo dei Gesuiti, leader al servizio delle “FORZE MISTERIOSE”, instaurerà una teocrazia mondiale presieduta da un «papa-messia»”.

Per esaminare dal punto di vista profetico Biblico il papa, dobbiamo considerare non solo “l’uomo”, ma la compagine della Compagnia di Gesù, il potere che rappresenta e i legami che ha questo potere nel retroscena.

Il papa ha nel pettorale l’immagine del SOLE, si trova anche nel suo stemma papale e cardinalizio.

Il segno IHS dovrebbe indicare il nome Gesù, ma le immagini dello stemma del Papa s’ispirano all’adorazione pagana: Iside o Isis o Isi in lingua egiziana Aset, è la dea della maternità e della fertilità nella mitologia egizia, gli ebrei anziché fare offerte all’Eterno (Levitico 7:10-14) offrivano alla luna la Regina del cielo, il sacrificio di libazione (Geremia 44:7-25);

Seb, marito di Iside e padre terreno [il padre divino era Osiride] di Horus il loro figlio, il dio SOLE.

L’adorazione della Regina dei cieli fu condannata da Dio. Con il Cattolicesimo, la stessa, si tradusse nell'adorazione della "madonna".
"Non vedi ciò che fanno nelle città di Giuda e nelle vie di Gerusalemme? I figli raccolgono la legna, i padri accendono il fuoco e le donne impastano la farina per fare delle focacce alla regina del cielo, e poi fanno libazioni ad altri dei provocarmi a ira. Ma provocano veramente me», dice l'Eterno, «o non piuttosto se stessi a loro propria vergogna?" Geremia 7:17-19.
Nello stemma Gesuita ci sono TRE CHIODI e un SOLE FIAMMEGGIANTE … (vedremo dopo il significato dei "tre chiodi").

I Gesuiti sono gli strumenti del Giudaismo-Papale che condurrà il mondo all’osservanza obbligatoria della Domenica come adorazione del Sole, cioè di Lucifero o Satana.

La prima Società segreta fu fondata dal re Erode Agrippa su suggerimento di Hiram Abiud, con il consenso di Moab Levy, Adoniram, Johanan, Jacob Abdon, Antipa, Salomone Aberon e Ashad Abia nell'anno 43.

Il nome originale era la "Forza Misteriosa". Tutti i suoi nove fondatori appartenevano al Giudaismo. In quest’articolo, ci accingiamo a presentare una storia vera basata sul prezioso manoscritto scritto in ebraico contenente verbali delle riunioni dei fondatori della Massoneria [I Protocolli dei Saggi di Sion]
Erode Agrippa I

Tratto dal libro di G. S. Lawrence “The Dissipation of the Darkness, the Origin of Masonry” (La dissipazione delle Tenebre, l'origine della Massoneria).

Nell'anno quarantatré, il re Erode Agrippa ha convocato alla corte di Gerusalemme otto Giudei e ha detto loro:

"Cari fratelli, non siete più gli uomini del re e i suoi collaboratori. Voi siete ora l'appoggio del re e la vita del popolo ebraico. Fino ad ora siete stati i miei fedeli seguaci. Da questo momento in poi sarete i miei fratelli...

"Facciamo in modo che tutti comprendiamo, e non dimentichiamo, che questo incontro realizzato da questo nuovo gruppo è fondamentale ed è basato sulla Fratellanza...

"Fratelli miei, l'aristocrazia e le persone comuni hanno percepito la rivolta spirituale e anche politica che l'arrivo dell'Impostore Gesù (come nell'originale) ha causato tra la gente, e soprattutto tra i nostri figli d'Israele.

"Abbiamo notato un grande potere in Lui, che ha lasciato in eredità a quel gruppo chiamato "discepoli". Ha fondato un’Associazione (Chiesa Cristiana) che ha chiamato religione, ed è definita così anche dai loro (discepoli).

Questa presunta religione sta ribaltando le fondamenta della nostra religione e la sta demolendo...

Egli (Gesù, il Messia) ha attribuito a Se stesso il dono della profezia e il potere di compiere miracoli. Egli ha affermato di essere il Messia atteso del quale i nostri profeti hanno annunciato la venuta. Ma non è altro che un uomo volgare come il resto del popolo, privo di qualsiasi caratteristica dello Spirito Divino, revocato fino all'estremo dalla rettitudine della nostra dottrina ebraica,da cui siamo determinati a non deviare in nessun punto.

Non possiamo riconoscere la Sua persona come il Messia, né possiamo riconoscere la Sua divinità. Sappiamo che il Messia atteso non è ancora tra noi, né il tempo della sua venuta è arrivato. Né è stato esposto alcun segno che possa indicare il Suo aspetto. Se commettiamo l'errore di lasciare che la nostra gente Lo segua e sia ingannata, condanneremo noi stessi di un crimine imperdonabile... Lo abbiamo crocifisso, morì e Lo abbiamo sepolto, lasciando le guardie che sorvegliavano la tomba. Ma si è affermato che Egli era risorto, risorto! .. È scomparso in un modo misterioso, nonostante la vigilanza zelante e la sicurezza della chiusura...

Lasciando la Sua tomba, fratelli miei, è stato un colpo decisivo per i Suoi rivali, sono un potente mezzo che incoraggia i Suoi uomini a continuare a diffondere i Suoi insegnamenti per dimostrare la conferma della Sua divinità...

"Noi non riconosceremo, in nessun punto, una religione diversa dalla nostra, la religione ebraica che abbiamo ereditato dai nostri antenati. Il dovere ci chiama a conservarla fino alla fine del tempo.

"Non mi sarei mai aspettato questo colpo. Non mi sarei mai sognato quella forza misteriosa. I nostri padri l'hanno attaccato e noi continuiamo ad attaccarlo. Nonostante tutto, sorprendente! Il loro numero aumenta. Osservate come il figlio è separato dal padre, il fratello da suo fratello la figlia da sua madre, tutti si alienano per congiungersi a quel gruppo. Questa vicenda racchiude un grande segreto. Quanti uomini, quante donne, quante intere famiglie hanno abbandonato la religione ebraica, al fine di seguire quegli impostori, quei partigiani di Gesù. Quante volte sono stati minacciati dai sacerdoti ed autorità, invano!"

Il nome originale dell'antica Massoneria era "La Forza Misteriosa" Hiram Abiud, consigliere del re, che fu il vero fondatore dell'antica Massoneria, ha proposto il nome dell'associazione, come la "Forza Misteriosa".

Questa era la sua ragione: "... Sembra che ci sia stata una mano, una forza, segreta, misteriosa, che ci punisce senza che noi siamo in grado di offrire resistenza. Sembra che abbiamo perso tutte le nostre forze per difendere la nostra religione e la nostra stessa esistenza.

"Maestà, sulla base delle prove che non ci sono mezzi efficaci di incorporare le nostre idee, né ferma speranza di attaccare quella forza, senza dubbio misteriosa; non c'è altro giuramento di stabilire una forza misteriosa, simile a quella (per attaccare il mistero con il mistero). Sono giunto alla conclusione che è nostro dovere inevitabile, se non si ha una migliore idea di creare un'associazione di maggiore potenza in modo che può assemblare le forze ebraiche minacciate da quella Forza Misteriosa. E' giusto che nessuno sappia nulla su questa base, i suoi principi e le sue azioni. Solo coloro che Vostra Maestà sceglierà come fondatori sarà a conoscenza del segreto della fondazione ". (ibidem P. 43).

Il giuramento terribile dei nove membri fondatori

"Io, (John Doe, figlio di John Doe), giuro su Dio, la Bibbia e il mio onore, che, essendo diventato un membro dei nove fondatori dell'Associazione, 'La Forza Misteriosa', mi impegno io stesso a non tradire i miei fratelli , i membri in tutto ciò che potrebbe danneggiare le loro persone, né a tradire tutto ciò che riguarda i decreti della Associazione. Mi impegno a seguire i suoi principi e di realizzare ciò che si propone nei successivi decreti approvati da voi, i nove fondatori, con l'obbedienza e precisione, con zelo e fedeltà.

Mi impegno a lavorare per aumentare il numero dei suoi membri. Mi impegno con me stesso di attaccare chi segue l'insegnamento dell'impostore Gesù e di combattere i Suoi uomini fino alla morte. Impegno me stesso di non divulgare i segreti conservati in mezzo a noi, i nove fondatori, sia tra estranei o tra i membri affiliati.

"Se io commetto spergiuro ed è confermato il mio tradimento che ho rivelato qualche segreto o qualche articolo dei decreti conservati tra i nostri eredi e questa commissione di otto compagni, avranno il diritto di uccidermi con qualsiasi mezzo a disposizione."(ibidem Pp. 51-52).

PARAGONA QUESTO GIURAMENTO CON QUELLO DEI GESUITI

Significato di strumenti e simboli della Massoneria

Re Erode Agrippa spiegò il significato degli strumenti e simboli utilizzati nella Massoneria:

"Sapete già che dobbiamo far credere a tutti che la nostra Associazione sia molto antica...

Dobbiamo rafforzare questo inganno con l'uso degli strumenti di costruzione che l'architetto Hiram ha utilizzato nella costruzione (del Tempio Salomone), come ad esempio la Squadra, la Bussola, la cazzuola, la Bilancia, il martello, ecc, tutto di legno, come Hiram Abiff usava". (ibidem P. 62).

"... Ogni sessione sarà aperta colpendola per tre volte consecutive con questo martello: così ci ricorderemo eternamente attraverso i secoli, che Lo abbiamo crocifisso (Gesù) e con questo martello abbiamo fissato i tre chiodi nelle mani e nei piedi, uccidendolo. Le tre stelle che si vedono simboleggiano i tre chiodi.

Siamo in grado di cambiarli con tre punti che avranno lo stesso significato. Tra i nostri simboli ci saranno i tre gradini, ridicolizzando con essi questa bestemmia: Dio è Padre, Figlio e Spirito Santo, con la pretesa [di Gesù] di essere il Figlio "(ibidem p. 63)...

"All'interno della nostra Associazione, faremo dei gradi, come abbiamo accennato in precedenza. Questi saranno trentatré, a simboleggiare l'età dell'Impostore [Gesù aveva 33 anni quando morì in croce]. Daremo un nome ad ogni grado e creeremo altri simboli simili. Tutte queste cose erano le mie idee e quelle dei fratelli Moab e Hiram. Il significato di questi simboli ironici non deve essere percepito, ma deve rimanere tra di noi nove fondatori. Per gli altri fratelli o affiliati è sufficiente far vedere loro i programmi di utilità e gli strumenti in modo che credano che l'Associazione è stata fondata ai tempi di Salomone o prima di lui".

"Ogni fratello può proporre un nuovo simbolo."

"Cosa ne pensate e rilevate, fratelli, riguardo a ciò che vi ho presentato?"

I sei uomini approvarono senza obiezioni, tutto in fase di registrazione. (Nota del Manoscritto Originale : 6 uomini ed i tre proponenti: il Re [Erode Agrippa], Moab, e Hiram - Fine della nota .)

Allora il re disse: "Il simbolo della creazione dei nostri principi onorevoli che fissiamo con i chiodi di fratellanza e di unione ci fa esclamare tutti con gioia: Fino alla vittoria!" (ibidem Pag. 64)

Durante la prima sessione, i nove fondatori hanno anche creato un nuovo simbolo: il grembiule che simboleggiava la protezione dei vestiti dal fango. Questo, insieme con gli strumenti massonici sono per nascondere il vero scopo e per assicurare agli affiliati la presunta antichità dell'Associazione.

Il Re-Presidente [Erode Agrippa] ha detto: "Io, con la mia autorità come Presidente (e non come Re) concedo a ciascuno di voi il 33° grado, il più alto nella nostra Associazione...

D'ora in poi il nome dei fondatori sarà "I Figli della Vedova [mentre la società si chiama "La Forza Misteriosa"]. Ogni membro della Associazione chiamerà se stesso figlio della vedova fino alla fine dei tempi, perché crediamo che la nostra Associazione vivrà fino alla fine dei tempi." G. S. Lawrence “The Dissipation of the Darkness, the Origin of Masonry”

(Nota: il re Erode Agrippa divenne cieco entro cinque giorni per una malattia degli occhi, poi divenne paralizzato, e morì poco dopo l'anno 44. Atti degli Apostoli (12:23) ha riferito che il re fu colpito da un angelo e fu mangiato da vermi prima di morire.

Hiram Abiud sostituì il re come Presidente dell'Associazione, ma scomparve misteriosamente e il suo corpo fu trovato mangiato dagli avvoltoi. Desaguliers divenne pazzo e morì in povertà estrema).
“La Forza misteriosa”, nel 1717 ha cambiato nome. Adesso si chiama “Massoneria” […].

“I discendenti di questa Società Massonica iniziata da Nove fondatori Giudei, creò altri gruppi per agire al loro interno e creare caos dottrinale distruggendo le fondamenta del Cristianesimo. La potenza ebraica si nasconde come una potenza quasi invisibile in tutte le Istituzioni religiose, politiche, economiche, militari e nelle Società Segrete tenendo fede al programma iniziale stilato da Re Erode Agrippa duemila anni fa, il testo che oggi conosciamo come “I Protocolli dei Saggi di Sion” furono rivisti dall’ebreo Weishaupt all'incirca verso il 1770. Nel 1871 il piano dei Protocolli di Weishaupt viene ulteriormente rivisto da un suo seguace Americano Albert Pike. Sulla pubblicazione di questi Protocolli gli ebrei con una campagna diffamatoria, hanno cercato di far credere che siano falsi. Tuttavia, costò molto alla Russia, la loro pubblicazione nel 1905 a Tsarkoye Sielo. Il libro fu presentato ai russi dal professor Sergyei Nilus come piano di conquista politica del Sionismo ribelle ed oppresso, egli (Sergyei Nilus) era ben lungi dal supporre che quindici anni dopo la sua pubblicazione sarebbe apparso come la voce profetica alla quale il mondo ebbe il torto di non dare a suo tempo ascolto.

Il Times di Londra l'8 maggio 1920 annunziava che la biblioteca del British Museum ne possedeva una copia col timbro di entrata del 10 agosto 1906, n. 3926 d 17.

Poco dopo la sua comparsa, nel 1905, quasi tutte le copie esistenti dei Protocolli furono comperate simultaneamente ed apparentemente con uno scopo prefisso di farli sparire dalla circolazione. Una parte del terribile piano è attuata. È impossibile leggere qualsiasi parte di questo volume, oggi, senza esser colpiti dalla nota fortemente profetica che lo domina; non solo per quanto riguarda la ex Russia, ma anche rispetto a talune sinistre evoluzioni che si osservano in tutto il mondo nel momento attuale”.

Il mondo è sull’orlo del baratro perché sta per realizzarsi la parte finale dei Protocolli dei Saggi di Sion! La sopravvivenza di Israele carnale si basa sulla ricchezza economica e monetaria e sugli armamenti atomici-chimici, non si basa sulla Legge di Dio e sulla Sua misericordia.

La Compagnia di Gesù chiude il cerchio del serpente riallacciandosi alla prima forma di Massoneria o Società Segreta Giudea fondata nel 43 d.C., chiamata “Forze Misteriose”!

“Il documento programmatico dei “Protocolli dei Savi Anziani di Sion” lucidamente ‘disegna’ il “percorso del serpente simbolico” – ossia le tappe della sovversione giudaica nel Vecchio Continente – come presentato da Sergei Nilus che scrive: “Un abbozzo del percorso del Serpente Simbolico è il seguente. La sua prima tappa in Europa avvenne nel 429 avanti Cristo, in Grecia, dove, all’epoca di Pericle, il serpente comincia a divorare la potenza di quel paese. La seconda fu a Roma, al tempo di Augusto, circa l’anno 69 avanti Cristo. La terzo a Madrid, al tempo di Carlo V, nel 1552.

La quarta a Parigi, nel 1700 circa, al tempo di Luigi XIV. La quinta a Londra, dal1814 in poi (dopo la caduta di Napoleone). La sesta a Berlino, dopo la guerra franco-prussiana. La settima a Pietroburgo, su cui è disegnata la testa del Serpente con la data del 1881. Tutti questi Stati che il Serpente ha attraversato sono stati scossi nelle fondamenta delle loro costituzioni, non eccettuata la Germania, malgrado la sua apparente potenza. Le condizioni economiche dell’Inghilterra e della Germania sono state risparmiate, ma solo fino a quando il Serpente non sarà riuscito a conquistare la Russia, contro la quale tutti i suoi sforzi sono concentrati attualmente. Il Serpente dovrà percorrere ancora un breve cammino per completare il suo corso, unendo la sua testa alla sua coda”. Costantinopoli (Istanbul) è segnata come l’ultima tappa del Serpente, prima che esso raggiunge Gerusalemme”

Credo che la sigla IHS dei Gesuiti significhi in latino "Herodes Israel Solis", la prima forma di Massoneria fondata dal Giudeo Erode Agrippa e otto altri giudei. Perché gli ebrei anziché adorare Cristo adoravano il sole!

Alcune società segrete originate dall’ebraismo:

Arianesimo

Gnosi e Cabala

Islam

Crociate e Templari

I Protestanti

I Gesuiti e gli Illuminati

Oggi i gesuiti si trovano dietro ogni cospirazione, o di criminalità tentata contro tutta l'umanità, e sono al top dei governi e delle società segrete che dominano il mondo. In apparenza i disordini che esistono nel mondo sembrano accadere per motivi politici, economici o di conquista, tuttavia quello che non si percepisce in modo chiaro è che la guerra di Satana iniziata in cielo, prosegue sulla terra con i suoi malvagi agenti contro Dio e il Suo popolo fedele. Il mondo è stravolto da UNA GUERRA DI RELIGIONE! Tutti i poteri girano attorno a questo problema senza che se ne rendano conto!

La Guerra è tra il CRISTIANESIMO e il GIUDAISMO TALMUDICO SIONISTA.

Papa Francesco si è presentato come un “viandante povero”, ma è seduto sul trono Vaticano che ha un impero economico indescrivibile in tutto il mondo. Le sue parole sono dolci, e la gente guarda a lui con “meraviglia e stupore” (Ap.13:4)!

“Attraverso parole benevoli inganna l’umanità nel nome di un dio sconosciuto, facendo credere alla pace e fratellanza. Usare la religione è il mezzo e le migliori armi dei gesuiti. Eppure quando si seguono le tracce delle loro azioni, troviamo solo lacrime e sangue. «Alla maggior gloria di Dio», secondo il loro folle motto, la cui applicazione è "il fine giustifica i mezzi".

Chi è il dio che richiede conquiste terrestri? Satana!

E’ in gioco un risultato eterno, l'Anticristo continua a strappare anime a Dio gettandole nella perdizione eterna”. La guerra di religione per lo scettro del potere, che Satana ha scatenato in cielo contro Dio, si svolge da seimila anni [l’età della terra dalla Creazione] sulla terra. C’è un cambio di strategia radicale con Bergoglio nel Vaticano.

I Gesuiti sono l'ultimo anello di una catena visibile che fa capo ad una Società Occulta Massone leader fondatrice di tutte i vari Ordini e Società segrete.

Come hanno potuto i gesuiti di stabilirsi in India, Giappone, Cina e tutti i paesi d'Oriente in cui i missionari cristiani non sono i benvenuti?

"... La Compagnia di Gesù ha esteso la sua tela su una rete internazionale già esistente. Qual era questa rete mondiale in grado di incrociarsi con i Gesuiti? Ignazio Loyola era un pseudo-cristiano di famiglia ebrea come padre Lainez… Sono gli ebrei della diaspora internazionale… La relazione tra l’ebraismo e la Compagnia di Gesù è piena di ambiguità. È una sorta di unione contro natura tra Israele e il Vaticano…” al di sopra di ogni Società di ogni Ordine e grado si nasconde una potenza quasi invisibile, la potenza ebraica, che usa braccia che si muovono con gli impulsi che fornisce il cervello “Giudeo-Israelita”.

Questa Società Occulta Massone “MISTERIOSA” ha avuto cura di tutelare la sua segretezza e agire liberamente per mezzo di altre corporazioni.

I gesuiti si trovano sempre contemporaneamente in un campo e nell’altro:

dividere per regnare. Sono stati espulsi 73 volte da quasi tutti i paesi, accusati di seminare zizzania e di creare problemi politici. Oggi i gesuiti si trovano dietro ogni cospirazione, o di criminalità tentata contro tutta l'umanità, e sono al top dei governi e delle società segrete che dominano il mondo, l’Ordine segreto dei gesuiti è un’inquisizione occulta planetaria e, in quanto tale, ha inevitabilmente il controllo delle polizie segrete di tutti gli Stati. In attesa che si manifestino le “Forze Misteriose” quando saliranno dall’abisso per andare in perdizione (Vedi: Ap. 9:1-2, 11; Ap.11:7; Ap.17:8), i Gesuiti sono la punta visibile del sommo potere che sta al vertice della piramide luciferina.

“Lo spirito che animava i sacerdoti e i capi (Ebrei al tempo di Gesù), si manifesta tuttora in molti che pure ostentano una grande devozione. Essi rifiutano di prestare orecchio alla testimonianza della Scrittura circa la verità destinate per il nostro tempo; richiamano l’attenzione sul loro numero, sulla loro ricchezza, sulla loro popolarità e guardano con disprezzo i difensori della verità: pochi, poveri, impopolari, e la cui fede li separa dal mondo.

Cristo sapeva che l’autorità usurpata dagli scribi e dai farisei NON SAREBBE CESSATA CON LA DISPERSIONE DEGLI EBREI. Egli vide profeticamente l’opera di esaltazione dell’autorità umana per dominare le coscienze, che in ogni tempo è stata una terribile maledizione per la chiesa. La Sua tremenda accusa rivolta agli scribi e ai Farisei, come i Suoi avvertimenti al popolo perché non seguisse quelle guide cieche, sono stati conservati COME UN MONITO PER LE GENERAZIONI FUTURE” GC, (595).

I Gesuiti stanno per consegnare il potere mondiale ai Savi di Sion.

NOTE CONCLUSIVE:

- Il Papa ha preso il nome “Francesco” in onore di Francesco Borgia e Francesco Saverio fondatori dei Gesuiti con l'ebreo Ignazio de Loyola

- Ignazio di Loyola e la Casa di Borgia erano cripto-ebrei, marrani della setta religiosa degli Illuminati. Gli Illuminati erano una società segreta gnostica che predicava la religione Misterica Babilonese e il culto di Lucifero, il grande ingannatore. Ignacio de Loyola, fondatore dei Gesuiti con l'approvazione di Papa Callisto III nel 1539, proveniva da una famiglia "marrano"... da ogni indicazione. In effetti, conferma forte e credibile viene da niente meno che Benjamin Disraeli, un Ebreo etnico e il primo ministro della Gran Bretagna nel 1868 e 1874-1876, che ha scritto nel suo libro "Coningsby" (Londra, 1844) che "i primi gesuiti erano ebrei". E' interessante che Loyola fu costretto a negare ripetutamente l'etnia "ebraica".

- Il termine "marrano" è una espressione spagnola che significa "Ebreo segreto", cioè un Ebreo falsamente convertito. Pertanto, da un lato, Ignazio di Loyola esterna una manifestazione esteriore di devozione cattolica, ma in modo drammaticamente contraddittoria ... fu un membro della "Alumbrado", che è stato un precursore dell'organizzazione degli Illuminati (la parola "Alumbrado" è semplicemente una traduzione in spagnolo del termine "Illuminati") e un'altra miscela sospetta come la Kabbalah. Alumbradi devoti manifestano una miscela stranamente in conflitto - molte espressioni di sentimenti "divini" nelle loro manifestazioni esteriori ... ma viavai bizzarri nelle loro riunioni private che si possono descrivere come pratiche occulte, e anche di 'possesso' satanico o di interazione. -

- Questi ebrei Kabbalista cripto-mistiche furono infiltrati nel Vaticano da Papa Callisto III e Alessandro VI, entrambi della Casa dei Borgia, come agenti della Corona d'Aragona. Nel 1527 Ignazio di Loyola riuscì a sfuggire alla persecuzione dell'Inquisizione, con l'aiuto di Papa III e della Nobiltà Nera della famiglia Farnese. "Loyola si fece prete per infiltrare la Chiesa, sbarcò a Roma, promise al papa di salvare il suo trono dal pericolo della Riforma, creò una milizia totalitaria camuffata da ordine religioso, e partì alla conquista dell’universo «Alla maggior gloria di Dio». Fu così che divenne l’artefice del destino nell’Età Nera. Si mise al «servizio del Papa», il che vuol dire l’esatto contrario, conoscendo il linguaggio gesuita. Ciò significa che la religione cattolica è completamente nelle mani del generale dell’Ordine, il papa nero, che a sua volta è solo la punta della piramide visibile".

- "Egli affermò che piantando una milizia con il movente di difendere il Papato avrebbe raggiunto il controllo assoluto militare e politico, e il controllo assoluto della Chiesa Mondiale. Fu finanziato dal pronipote di papa Alessandro VI Francesco Borgia che divenne il terzo Generale dei Gesuiti".

- Tra le prime missioni chiave strategiche per i Gesuiti, vi fu quella orientata a stabilire relazioni a numerosi livelli con le emergenti dinastie dell’Oriente. Francesco Saverio fu scelto per condurre tale essenziale missione, accompagnato da un gruppo di Gesuiti, a partire dal 1541, egli viaggiò attraverso il Mediterraneo, passando per Il Cairo, quindi per Suez e di lì in direzione del Mar Morto e lungo le coste dell’Arabia, sino a giungere in Persia. Per occultare tale missione, e il ruolo chiave in relazione ad essa ricoperto dai Gesuiti, questo episodio è stato completamente cancellato dalla storia. Il successo diplomatico è riconducibile alla nascita dei rapporti commerciali tra l’Iran e l’India, Saverio giunse in Giappone nel 1549, paese in cui sostò fino al 1551...
"Il tempo è arrivato, il giorno si avvicina. Chi compra non si rallegri, chi vende non si addolori, perché un'ira ardente sovrasta su tutta la moltitudine" Ezechiele 7:12.

Fonte :

 http://www.timmylove.altervista.org/nom/marrani.html



lunedì 10 novembre 2014

LA RUSSIA DA ELTSIN A PUTIN. GLI ERRORI DI PUTIN COME LEADER DELLA RUSSIA

In Russia nell'ultimo quarto di secolo diversi migliaia di miliardi di dollari di proprieta' pubblica in tutti i settori, dell'economia russa sono stati trasferiti o violentemente sequestrati da gangster oligarchi.
Dal 1990 al 1999 oltre 6 milioni di russi sono morti prematuramente a causa del crollo dell'economia.
L'aspettativa di vita era scesa da 67 anni (era sovietica) a 55 anni (era Eltsin).
Il PIL era diminuito del 68%. Con Eltsin c'e' stata la privatizzazione dell'economia ad un decimo o meno del loro valore con la complicita' di USA e consulenti finanziari accademici europei.
Centinaia di migliaia di anziani sono stati buttati fuori dalle loro case da speculatori immobiliari violenti. Due terzi delle famiglie si sono impoverite.
I suicidi quadruplicati, i morti per alcolismo, tossicodipendenza, HIV e malattie veneree aumentavano in modo esponenziale. I media occidentali celebravano il saccheggio come una transizione verso 'elezioni libere ed un'economia di libero mercato'. I funzionari comunisti sostituiti con politici servi della NATO.
USA ed UE hanno violato ogni singolo accordo firmato da Gorbaciov e l'Occidente, i regimi dell'Europa Orientale sono diventati membri della NATO, la Germania Ovest ha annesso la Germania dell'Est e le basi militari sono state estese fino ai confini della Russia.
In Russia vengono istituite varie organizzazioni non governative finanziate da USA. L'Occidente fomenta movimenti separatisti e rivolte armate in particolare in Cecenia.
Gli USA hanno sponsorizzato dittatori nel Caucaso e corrotto pupazzi neo-liberisti in Georgia.
Il decennio Eltsin viene ricordato dal popolo russo come un disastro; dagli USA-UE e dagli oligarchi russi come l'eta dell'oro...di saccheggio.
Con Putin le cose cambiano, l'economia risale, l'occupazione, i salari, il tenore di vita ed i tasso di
mortalita' migliorano ed i saccheggiatori vengono perseguitati.
Washington e Bruxelles, i capitalisti avvoltoi di Wall Street e la City di Londra condannano Putin.
L'aumento del prezzo del petrolio, del gas e del metano (2003-2013) ha permesso l'economia russa una rapida crescita.
Il fatto che Putin abbia ristabilito la sovranita' russa lo ha reso popolare con l'elettorato.
Le Ong russe finanziate dagli USA hanno fomentato proteste contro politici eletti.
Nel 2008 il regime georgiano finanziato dagli USA invade l'Ossezia del Sud uccidendo decine di forze di pace russe e centinaia di civili, ma poi viene respinto da un furioso contrattacco russo.
Nel 2014 gli USA hanno finanziato un colpo di Stato in Ucraina per spodestare Yanukovitch che era anti-NATO ed anti-UE
Putin per riportare un po' di sovranita' alla Russia ha perseguito alcune strategie.
1-Putin ha fatto distinzione tra oligarchi economici e politici. A quelli economici ha permesso di cooperare con il paese per la ricostruzione dell'economia ma devono attenersi a linee guida, ma non hanno potere politico. Agli oligarchi che hanno cercato il potere politico e finanziato politici dell'era Eltsin, alcuni sono stati spogliati delle loro fortune, altri perseguiti per reati che vanno dal riciclaggio di denaro, evasione fiscale, truffe trasferimenti illegale di fondi all'estero fino al finanziamento dell'assassinio dei loro rivali
2-Putin ha cercato di rafforzare la cooperazione con i paesi occidentali sulla base di reciproci scambi di mercato anziche' avere un rapporto unilaterale come e' successo con Eltsin. Putin ha cercato di
garantire una maggiore integrazione politico-militare con gli USA e UE per garantire i confini e le sfere di influenza russa. A tal fine, Putin ha aperto basi militari e le linee di rifornimento per le forze militari USA-UE impegnate nell'invasione e l'occupazione dell'Afghanistan, inoltre non si oppose alle sanzioni UE-USA contro l'Iran. Ha acconsentito all'invasione ed occupazione dell'Iraq nonostante avesse importanti legami con Baghdad. Nella vicenda Palestina-Israele ha acconsentito al supporto unilaterale di Washington ad Israele. Ha dato il via libera per i bombardamenti NATO della Libia, ammettendo ingenuamente che sarebbe stato un affare limitato, un intervento umanitario. La collusione di Putin con l'espansione militare di USA/NATO ha favorito il business russo. L'economia russa ha recuperato il livello di vita del periodo sovietico.
3-Putin ha ri-nazionalizzato il settore strategico come quello del petrolio e del gas. I settori ri-nazionalizzati hanno formato joint venture con i giganti petroliferi occidentali favorendo le esportazioni in un periodo di boom.

Tuttavia i rapporti dell'Occidente con Putin non sono buoni. L'Occidente supporta mediaticamente gli oligarchi corrotti anti-Putin. Poi l'Occidente supporta politici russi a favore del neo-liberismo. E' chiaro quindi l'obiettivo dell'Occidente di mantenere la Russia come stato vassallo. Nel 2010 gli USA incoraggiano il presidente Saakashvili della Georgia ad invadere il protettorato della Russia in Ossezia del Sud. Un segno che gli accordi di Putin con l'Occidente era contro-producente.
Le sfere di influenza russe erano diventate obiettivi occidentali.
USA ed UE hanno preso il controllo sull'Ucraina espellendo la Russia dalla sua base militare del Mar Nero in Crimea. Quando Putin ha finalmente riconosciuto l'evidente pericolo per la sicurezza russa il suo governo ha risposto con l'annessione della Crimea, dopo un referendum popolare. L'Occidente ha replicato con sanzioni. Il militarismo aggressivo occidentale e le sanzioni contro la Russia hanno messo in evidenza la vulnerabilita' della strategia di Putin.
1-E' dipendente dall'oligarchia economica nella sua strategia per la crescita economica russa
2-la sua accettazione della maggior parte delle privatizzazioni dell'era Eltsin
3-la sua decisione di concentrarsi sul commercio con l'Occidente ignorando il mercato cinese
4-ha puntato sull'esportazione del gas e del petrolio anziche' sviluppare un'economia diversificata
5-e' dipendente da oligarchi che non hanno esperienza nello sviluppo industriale, mancanza di capacita' finanziaria, mediocre competenza tecnologica, nessuna conoscenza di marketing, e che quindi impediscono una rinascita manifatturiera.Gli oligarchi sono legati con gli attuali nemici della Russia
L'accettazione di Putin delle privatizzazioni di Eltsin ha fornito una stabilita' nel breve periodo ma ha portato alla massiccia fuga di capitali privati all'estero.
Quando le sanzioni USA-UE sono andate in vigore l'industria russa si e' trovata impreparata e Putin ha dovuto organizzare accordi commerciali e di importazione con la Cina.
La Russia deve quindi :
1-diversificare la sua economia ed industrializzare le sue materie prime
2-ri-nazionalizzare la sua banca
3-deve sbarazzarsi degli oligarchi


http://www.globalresearch.ca/russias-vulnerability-to-eu-us-sanctions-and-military-encroachments/5412884













domenica 9 novembre 2014

CON IL TRATTATO DI MAASTRICHT LA BCE DIVENTA UN'ISTITUZIONE INDIPENDENTE DAL POTERE POLITICO CHE EQUIVALE AD ALTO TRADIMENTO

Bce e Trattato di Maastricht
Le banche centrali delle singole nazioni europee, prima del Trattato di Maastricht, avevano un'indipendenza dal potere politico variabile tra il 40 e il 65%; oggi, dopo i cambiamenti determinati dall'avvento dell'euro, hanno raggiunto il 90%.Dunque, mentre nessuna influenza puo' giungere dal potere politico alla BCE, che e' del tutto al riparo dai controlli democratici, dai vertici monetari giungono al potere politico continue indicazioni, parametri cui attenersi, precisi paletti che coinvolgono l'intera economia delle nazioni.
L'art. 4 non la menziona tra le istituzioni (Parlamento europeo, Consiglio, Commissione, Corte di Giustizia e Corte dei Conti) della Comunita'.Alla BCE, pero', il Trattato conferisce personalita' giuridica e lo Statuto riconosce la piu' ampia capacita' di agire in ciascuno degli Stati membri.
Sotto il profilo giuridico-formale, la BCE non e', dunque, un'istituzione comunitaria.
Gli Stati della Comunita' Europea hanno con la BCE rapporti di tipo esterno, come con uno Stato estero e autonomo, e non possono interferire in alcun modo con le politiche economiche della BCE, che puo' quindi fissare a suo arbitrio TUS, quantita' di denaro da immettere sul mercato e quant'altro di sua competenza in modo indipendente. E, ancora, mentre i dibattiti e le sedute delle Camere dei deputati e del Senato sono aperte al pubblico e le sentenze della Camera dei Deputati e del Senato sono aperte al pubblico e le sentenze delle Corti di Giustizia devono essere dettagliatamente motivate e pubblicate, dall'altra parte-dalla parte del vero potere- le riunioni del consiglio direttivo della BCE sono assolutamente secretate; ed e' lo stesso consiglio che , di volta in volta, decide se pubblicare le proprie deliberazioni, se pubblicarne solo alcune parti o non pubblicarle affatto.Oltre tutto questo, i dirigenti della BCE godono di una sostanziale immunita': non sono infatti previste, all'interno della BCE, sanzioni per comportamenti impropri dei dirigenti. Il Trattato di Maastricht ha fatto di loro membri intoccabili di una societa' segreta che condiziona gli Stati e i popoli.E non stiamo esagerando: le norme sono esplicite.
Le perdite delle sovranita' monetaria e legislativa per gli Stati membri in campo monetario, sovranita' che sono parti essenziali della sovranita' nazionale, da parte degli stati europei, e' stata stabilita in maniera fatale dagli art. 105 e 117 del Trattato di Maastricht.
Il protocollo sul SEBC(Sistema Europeo Banche Centrali), ricalcando l'art 107 del Trattato, stabilisce, all'art.7: ''Indipendenza-Conformemente all'articolo 107 del trattato, nell'esercizio dei poteri e nell'assolvimento dei compiti e dei doveri loro attribuiti dal trattato e dal presente statuto, ne' la BCE, ne' una Banca Centrale nazionale, ne' un membro dei rispettivi organi decisionali possono sollecitare o accettare istruzioni dalle istituzioni o dagli organi comunitari, dai Governi degli Stati membri ne' da qualsiasi altro organismo. Le istituzioni e gli organi comunitari, nonche' i Governi degli Stati membri, si impegnano a rispettare questo principio e a non cercare di influenzare i membri degli organi decisionali della BCE o delle Banche centrali nazionali nell'assolvimento dei loro compiti.''
Il medesimo protocollo stabilisce anche il diritto di segretezza(ossia di non rendere pubbliche le ragioni di cio' che decidono sulla testa dei cittadini europei) per i signori della BCE: ''10.4.Le riunioni hanno carattere di riservatezza. Il Consiglio direttivo puo' decidere di rendere pubblico il risultato delle proprie deliberazioni''.
L'art. 12 del Protocollo, che si intitola ''Responsabilita' degli organi decisionali'', in realta' non prevede alcuna responsabilita'.Congiunto all'immunita' dalle indagini giudiziari per i dirigenti della BCE, questo articolo sancisce la sovranita' dei banchieri centrali sugli Stati che si sono a essi sottoposti.
L'art. 16 del Protocollo sancisce la perdita di sovranita' monetaria degli Stati in favore dei banchieri centrali europei: ''Conformemente all'articolo 105 A, paragrafo 1 del trattato, il Consiglio direttivo ha il diritto esclusivo di autorizzare l'emissione di banconote all'interno della Comunita'.La BCE e le Banche centrali nazionali possono emettere banconote. Le banconote emesse dalla BCE e dalle Banche centrali nazionali costituiscono le uniche banconote aventi corso legale nella Comunita'''.
Cio', ovviamente, non significa che non possono introdursi, da parte di soggetti privati o pubblici, monete complementari sulla base di una convenzione, di un contratto, di un accordo.Come in effetti sta avvenendo, per esempio, in quattordici citta' tedesche.Significa semplicemente che gli Stati aderenti si impegnano a usare e accettare, per legge, l'euro come moneta comune e unica.
Fonte : Euroschiavi

In Italia solo MSI e Rifondazione Comunista votarono contro

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1992/10/30/italia-approva-maastricht.html



mercoledì 5 novembre 2014

I TENTACOLI DEI ROTHSCHILD NELLA EX-JUGOSLAVIA

I tentacoli dei Rothschild sui Balcani

Quello che si nasconde dietro la disgregazione della Jugoslavia, e i conflitti all’interno dei Balcani è una sottile tela di personaggi collegati alle più potenti lobbies bancarie. Organizzazioni internazionali, personaggi politici, multinazionali e Banche d’affari sono racchiuse nelle mani di antiche dinastie di Banchieri, che hanno posizionato nei più altivertici e consigli di amministrazione i componenti della loro grande famiglia e persone a loro vicine.
La piovra che estende i suoi tentacoli sull’Europa è la dinastia dei Rothschild, che ha costruito in questi ultimi anni un impero invisibile, dall’Inghilterra alla Francia, dalla Germania sino nei Balcani. I Rothschild rappresentano una delle più potenti famiglie di Banchieri, la cui storia da sempre affascina analisti e curiosi, avendo nei secoli accentrato nelle proprie mani un immenso potere economico e politico.
La famiglia Rothschild ha creato Governatori, Premier, Ministri, Banchieri e amministratori, ha creato l’Unione Europea come strumento per contrastare e fare arretrare la Russia sino alla Siberia. Attualmente i Rothschild rappresentano il motore finanziario e politico di una macchina che, senza sosta, ha percorso l’intera Europa razziando tutto ciò che incontrava grazie al braccio armato della Nato, finchè è giunta nei Balcani e si sta ora estendendo nell’Europa orientale e mediorientale per poter chiudere la Russia all’interno dei suo confini. I Balcani, in particolare, rappresentano la moderna immagine della colonia dei Rothschild, in quanto questa terra è stata lacerata mediante la disinformazione e la propaganda dei media, per poi essere attaccata in maniera massiccia dalle forze dell’Alleanza Atlantica. E’ stata depredata delle sue società, delle sue risorse: il suo governo politico è belle mani degli eurocrati, dei commissari della UE e delle Nazioni Unite.
La loro storia comincia verso la fine del XVIII secolo con Amschel Moses Bauer Rothschild che insedia la famiglia nella città di Francoforte. Non è una coincidenza il fatto che attualmente Francoforte rappresenta il più grande centro finanziario dell’EU, nonché la sede della Banca Centrale Europea e delle più importanti banche europee e americane controllate dalla dinastia Rothschild. Euronext, consorzio delle borse dell’Europa centrale più ricche è controllata dagli stessi Rothschild, collegata alla “Deutsche Borse” posseduta attraverso la “Children’s Investment Trust” e la “Atticus Capital”, e dalle sue controllate “Merrill Lynch” and “Fidelity Investments” .
Molti storiografi e teorici delle teorie sioniste, fanno risalire le origini dei Rothschild a quelle ebraiche, definendoli così gli “ebrei” del sionismo, ma secondo altre fonti queste sono da far risalire al lontano Oriente, ossia all’antico impero del Khazar, da cui eredita lo stemma della dinastia e che darà il nome alla famiglia ( Rothschild tradotto significa infatti scudo rosso) . I Kazari erano una tribù turco-mongola che si stabilì, dopo la caduta dell’impero intorno al X secolo, all’interno della Russia e dell’Europa, e più tardi nelle americhe; sebbene i kazari fossero stati convertiti al giudaismo intorno all’ VIII secolo, non possono definirsi ebrei, ma esponenti di una religione ebraica ortodossa, con tratti derivati dalle stesse religioni orientali. Amshel ebbe cinque figli che collocò in diverse nazioni europee, dalle cui discendenze sono scaturite diverse ramificazioni: Salomon andò a Vienna, Carl a Napoli, Nathan a Londra, James a Parigi ed il quinto figlio Amschel si insediò a Francoforte, creando così durante duecento anni di storia, le fondamenta della cd. “Pax Judaica”.
Al momento l’asse più potente della famiglia Rothschild è quella inglese, fondata da Nathan Meyer, che durante i XIX e XX secoli riuscì a costruire uno stretto legame con la corona britannica tale che la storia moderna della Gran Bretagna è indissolubilmente legata alla dinastia dei Kazari. Edmund Rothschild costruì il suo impero portando avanti gli interessi britannico-kazari nel Giappone del Dopoguerra; con la cooperazione di Winston Churchill fondò la BRINCO Corporation (British Newfoundland Development Corporation) in Canada.
Diventa un membro della famiglia Rothschild Marcus Egius, Presidente del Gruppo finanziario Barclay e della stessa ABN-AMRO, nonché azionista di maggioranza della BBC. Evelyn Rothschild riuscì a realizzare la fusione delle Banche inglesi con quelle francesi, rimanendo a capo della N.M. Rothschild & Sons. Detiene il controllo di The Economist, del The Daliy Telegraph , della multinazionale dei diamanti della De Biers, controlla la FirstMark Communications International LLC” e la “FieldFresh Foods” con la famiglia Indiana Mital, che di fatto agisce come entità rappresentativa degli interessi dei Rothschild . L’impero di Evelyn si dirama anche nel mondo della finanza, grazie a uomini come George Soros, Norman Lamont, Peter Mandelson – commissario della Gran Bretagna in UE, membro del partito laburista di Tony Blair – Oliver Letwin e Vernon Jordan – della Lazard Bank e influente personaggio del partito democratico americano, nonché advisor della campagna elettorale di di Bill Clinton e John Carrey – e Michael Howard – Ministro del Tesoro del Governo di Margharet Thatcher.
Accanto ad Evelyn, vi è Nathan Philip Rothschild – fratello di Jacob Rothschild, anziano capostipite della famiglia – che detiene il controllo della “RIT Capital”, “Atticus Capital”, “JNR Limited”, “NM Rothschild”, “Vanco”, “Trigranit”, “British Petroleum”, Rio Tinto. Ma è anche un uomo che è riuscito ad esercitare una grande influenza sulla EU, NATO, e sul Governo della Gran Bretagna, muovendosi negli ambienti finanziari e politici con Soros, Berezovski, Djukanovic, e i Mitals.
Come si può notare il ramo inglese della famiglia Rothschild racchiude in sé i principali centri di potere nel mondo intero, estendendo la sua influenza sia all’interno del Governo Britannico che di quello Americano, oltre a controllare importati media occidentali e Banche d’Affari estremamente potenti.
Accanto a loro, si è sviluppato il ramo francese, fondato da James Meyer , esteso poi attraverso David Rene ed Eduard Rothschild, figli di Guy Rothschild . In particolare David Rene Rothschild è a capo della NM Rothschild, la “Rothschild & Cie Banque”, una banca di investimento molto influente nell’Europa occidentale, mentre Eduard Rothschild controlla il quotidiano Liberation, la società metallurgica “Imerys”. Il vero promotore dell’espansione dei Rothschilds nei Balcani è proprio George Soros, rappresentante di Nathan Rothschild. George Soros, ebreo ungherese di origini Kazare è nato a Budapest nel 1930 con il nome György Schwartz, mutando poi il cognome in Soros, ma è cresciuto professionalmente a Londra e negli Stati Uniti, per essere poi addestrato come agente dei Rothschild all’interno dei Paesi dell’Est Europeo, che hanno così visto il crollo del comunismo e l’avvento del feroce capitalismo proprio grazie alle sue speculazioni. La sua attività di grande banchiere fu costituita proprio dai trasferimenti di denaro dalle fondazioni europee verso i Balcani e gli Stati della ex-Federazione russa, attraverso la “Quantum Fund” . Attraverso le controllate e le fiduciarie che si diramano dalla Svizzera e dall’Italia, George Soros, sulla base delle direttive di Nathaniel Rothschild, si è insinuato dapprima nel mondo finanziario finanziando le bande di guerriglieri mujahedin per combattere la guerra in Bosnia, ossia quell’esercito di mercenari che andrà dopo pochi anni a creare Al Qaeda. Contemporaneamente viene fomentata la campagna di disinformazione sulla Serbia per esercitare un’influenza negativa sull’immaginario collettivo sulle popolazioni dei Balcani, e questo creando una sterminata rete dei fondazioni e di associazioni come la “Open Society Fund”, Humanitarian Rights Fund”, “Helsinki Committee”, “Belgrade Circle”, “European Movement”, “Centre for Anti-War Action”, “NUNS”, “ANEM”, “OTPOR”. Oggi, tutte le ONG più importanti a livello internazionale sono finanziate dalle fondazioni bancarie Rothschild , veicolando attraverso di loro i fondi, il finanziamento della disinformazione, della propaganda, sino a monitorare le decisioni a livello delle Nazioni Unite. Furono proprio le numerose organizzazioni umanitarie a diffondere le accuse di genocidio contro il popolo serbo, sino a scatenare odio da parte della comunità occidentale nei confronti di etnie additate come nazionaliste e conservatrici.
Tra queste possiamo ricordare la “Yucom”, il Belgrade Centre for Human Rights, il Civil Initiative, il Centre for Cultural Decontamination, Women in Black, il Youth Initiative. I principali esponenti di tali movimenti sono Sonja Biserko, Natasa Kandic, Vuco, Borka Pavicevic , Miljenko Dereta, Vojin Dimitrijevic, Srdja Popovic, Mirko Djordjevic, Biljana Srbljanovic, Zoran Ostojic, il giornalista Petar Lukovic: tutti emissari di Soros e della famiglia Rothschild che ha fomentato odio contro la popolazione serba, contro la loro cultura e la loro storia, essendo quella predominante e più forte all’interno dei Balcani. Così B92, Studio B, TV Pink, TV Panonija, ANEM , RTV Globus, RTV M+, RTV Kraljevo, RTV Nisava, RTV Pancevo, RTV Spektar, RTV Trstenik, le stazioni Radio 021, Bum 93, Radio Sombor, Radio Index, Radio Subotica, Radio Pirot, Radio Ozon, la radio “Free Europe”, e ancora il network SBB e la TV satellitare TOTAL TV, sono tutte controllate da Soros. Nella lista del controllo i Soros vi rientrano così i quotidiani Danas, Vreme, Evropa, Republika, le associazioni di media “Local Press” , e dunque il quotidiano Pancevac, Kikindske, Vranjske novine, Nasa, le case editrici Samizdat, Dan graf, Stubovi culture, Fabrika knjiga, Klio, Aleksandrija pres, la società distributrice Bookbridge, Beopolis, l’agenzia di informazione Sense, Beta e Fonet. Allo stesso tempo molte delle Agenzie corrispondenti della AP (Associated Press) e di Reuters, sono possedute dai Rothshilds . Le lobbies hanno inoltre infiltrato anche Istituti culturali e teatri, come la National Library, la Historical Archives, la SANU (Serbian Academy of Arts and Sciences). Non possiamo dimenticare la Union University, la Alternative Academic Education Network (AAOM), la Belgrade Open School, il Centre for Women Studies, sino ad arrivare alla massima espressione nel centro i studi ricerche legali internazionali della Human Rights Watch (HRW), che discende direttamente dagli insegnamenti di Bernard Kouchner.
Lo stesso Tribunale dell’Aja è finanziato dai fondi di Soros, per non parlare degli attuali partiti membri del Parlamento serbo, come il partito liberal-democratico che ha il suo massimo esponente in Cedomir Jovanovic: tutti vanno a costituire un vero gruppo anti-serbo per cercare i manipolare la politica serba verso le posizioni delle lobbies occidentali.
Al momento gli interessi dei Rothschild si concentrano sulla Vojvodina, mediante le società della Carlyle ed il International Crisis Group, finanziato sempre da Soros, che partecipa alla campagna politica per l’Indipendenza del Kosovo. Accanto a Soros, a profondere investimenti vi è anche Rupert Murdoch , Goldman Sacks, JP Morgan, che hanno nominato come rappresentati politici personaggi come Martti Ahtisaari, James Lion, Morton Abramovich, Louise Arbour, Bzezinski Wesley Clark, Mihail Hodorkovski, Thorvald Stoltenberg. L’obiettivo che si sono prefissati, sin dal 1998, è stato quello di scindere il Kosovo per dare vita al cd. “Kuwait serbo”, dalle enormi riserve di piombo, zinco, oro e carbone: non dimentichiamo il massiccio investimento di Soros per prendere il controllo della miniera di Trepca per conto dei Rothschild. Al momento, nel Kosovo sono giunte le piramidi della Mital, co-finanziate da Soros e così da Rothschild, per acquisire la dovuta priorità sui diritti di sfruttamento delle miniere.
Oltre all’opera di saccheggio del Kosovo e Metohija, Soros e l’ International Crisis Group sta rivolgendo la sua attenzione proprio alla Vojvodina, che, insieme con la Croazia, l’Ungheria e la Romania – tutte rientranti nella zona d’influenza dei Rothschild essendo le terre antiche dei Kazari – andrà a far parte del Danube Project, ossia una confederazione di paesi nel Bacino di Danubio come una vera e propria “regione europea.”
Le colonie dei Rothschild non si fermano qui, perché si estendono al Montenegro, alla Federazione Bosniaca, sino alla Croazia . Oggi, il Montenegro è completamente posseduto da società amministrate dai Rothschild, che così hanno finanziato il progetto di Indipendenza, supportando Milo Djukanovic. Tuttavia i tentacoli dei Rothschild arrivano sino alla Podgorica Bank, mentre il gruppo di NLV comprò la Banca del Montenegro, ricompensando della collaborazione Milo Djukanovic con una posizione manageriale in Tigranit e conducendolo sino al potere. Non dobbiamo dimenticare che il ruolo di Milo Djukanovic è stato quanto meno rilevante, in quanto ha consentito di trasformare il Montenegro in un vero paradiso finanziario e bancario, porto di riciclaggio di denaro sporco.
Allo stesso modo, le forze dei Rothschild cercano di annientare la Republika Srpska per distruggere gli ultimi avamposti della cultura serba in una regione che dovrà essere trasformata in zona di influenza occidentale. Di qui è possibile capire il perché dell’accanimento dei media occidentali e delle più potenti Istituzioni nei confronti dei Serbi di Bosnia, che rappresentano al momento un’isola all’interno dei Balcani, che ancora resiste contro la penetrazione delle lobbies bancarie e multinazionali, considerando che la Serbia, dopo aver perso il Montenegro, rischia di perdere anche il Kosovo, mentre deve lottare contro la lacerazione della politica interna ad opera della disinformazione.In questi anni, si è sempre dato credito ai Tribunali Internazionali ai media internazionali, alle Organizzazioni umanitarie e alle Associazioni che hanno costruito il mito dei genocidi, hanno accreditato personaggi sino ad ora sconosciuti. Nessuna Procura ha mai indagato sulle dinamiche di finanziamento delle guerre, sulle privatizzazioni e la manipolazione dei Governi, perchè il potere affonda le sue radici sino all’interno delle entità sovranazionali e nazionali. Tuttavia, solo indagando su chi ha guadagnato in tutto questo, sarà possibile trovare chi ha voluto la guerra e chi ha commesso i veri “genocidi di massa”.

http://europanazione.wordpress.com/2008/07/29/i-tentacoli-dei-rothschild-sui-balcani/


LA RETE DI SOROS IN SERBIA

In Serbia, questa eminenza grigia sta preparando il terreno per Nathaniel Rothschild ed è un importante creatore dell’immagine politica, giuridica, economica, culturale e dei media della società serba. Sulla strada per il raggiungimento dei suoi obiettivi sta cercando di scacciare la chiesa serbo-ortodossa, la lingua serba, l’alfabeto cirillico, la storia serba, il nazionalismo … Il suo network di influenza nasce nel 1990 attraverso la “Open Society Fund”,l’Humanitarian Rights Fund “,” Il Comitato di Helsinki “, il ” Belgrade Circle “, l'” European Movement “, il “Centre for Anti-War Action “,“NUNS”, “ANEM”, “OTPOR”…..Oggi, tutte le Organizazzioni non governative (ONG) più importanti sono le filiali dei Rothschild e sono state create non al solo scopo di raggiungere la maggiore influenza politica possibile, ma anche per modellare psicologicamente la nazione. Con la costante accusa, nei confronti della popolazione Serba, di genocidio, la mentalità criminale e il senso di colpa collettivo, queste organizzazioni fantasma mirano a creare sentimenti di paura e senso di colpa nelle persone. Questi sentimenti dovrebbero materializzarsi in indifferenza per la cacciata dalle loro terre, o meglio nei confronti di questa colonizzazione a 5 stelle . Questa trasformazione viene effettuata anche attraverso il liberalismo che causerebbe metastasi nelle istituzioni statali, nella famiglia, nella nazione, nella tradizione, nella cultura e, quindi, garantire un tranquillo transito verso l”impero Rothschild.Oltre alle organizzazioni citate sopra, altri partecipanti molto attivi su questa offensiva sono la “Yucom”, la Belgrade Centre for Human Rights, la Civil Initiative, la Centre for Cultural Decontamination, le Women in Black, la Youth Initiative… I sostenitori di questa isteria anti-serba sono Sonja Biserko, Natasa Kandic, Vuco, Borka Pavicevic (la moglie dell’avvocato Barovic Nikola), Miljenko Dereta, Vojin Dimitrijevic, Srdja Popovic, Mirko Djordjevic, Biljana Srbljanovic, Zoran Ostojic, e i giornalisti Petar Lukovic, Teofil Pancic, così come tutti gli altri infami della vendetta di Soros. Soros promuove anche l’antisemitismo, che viene poi attribuito alla “società xenofoba serba”. I responsabili di questo sono Filip David, Jovan Byford, Laszlo Sekel … Vari “incidenti”, lettere di minacce, vandalismo sui monumenti, graffiti fanno parte tutti di questo piano. Non dobbiamo trascurare il fatto che l’Open Society Fund sostiene (sia finanziariamente chee ideologicamente) le organizzazioni che sostengono i diritti dei gay (Labris, Queeria, Gay-Serbia …).
Il Marketing, i media e il supporto logistico a questo progetto sovversivo vengono assicurati, mediante media “indipendenti”, come B92, Studio B, TV Pink, TV Panonija, ANEM (le stazioni TV Devic, RTV Globus, RTV M +, RTV Kraljevo, RTV Nisava , RTV Pancevo, Spektar RTV, RTV Trstenik, le stazioni radio Radio 021, Bum 93, Radio Sombor, Radio Index, Radio Subotica, Radio Pirot, Radio Ozon …), la radio “Free Europe” … La TV via cavo della rete FFS e la televisione satellitare TV TOTAL che sono in espansione, sono di proprietà di Soros. Le società di produzione VIN e PG si assicurano che l’informazione promulgata sia unitaria e coerente. Il Media Centre fa pubblicità addizionale per il cosiddetto settore ONG In aggiunta ai mezzi di comunicazione elettronici, la lista di Soros include i giornali e le riviste Danas, Vreme, Evropa, Republika, l’associazione indipendente dei mezzi di comunicazione locali “Local Press” (i giornali Pancevac, Kikindske, novine Vranjske, rec Nasa …), la case editrici Samizdat, Dan graf, cultura Stubovi, knjiga Fabrika, Klio, pres Aleksandrija; gli editori Bookbridge e Beopolis … Controlla anche l’agenzia di informazione Sense e le due maggiori agenzie di informazione della Serbia – Beta e Fonet. Allo stesso tempo, queste agenzie sono filiali di AP (Associated Press) e Reuters, che sono di proprietà del Rothshilds fin dal 19 ° secolo. Soros si e’ anche infiltrato nelle istituzioni educative e culturali, nei teatri, nella Biblioteca Nazionale, nell’Archivio Storico, nella SANU (L’Accademia delle Arti e delle Scienze serba) … Ha raccolto intorno a sé un folto gruppo di attori, registi, drammaturghi, musicisti, scrittori, scienziati, analisti, ex diplomatici, che lo assistono nel coinvolgere sempre piu’ seguaci.
Da ricordare anche le seguenti organizzazioni educative di Soros: l’Università dell’Unione, l’Alternative Academic Education Network (AAOM), la Belgrade Open School, il Centro di studi delle donne (che è il frutto del gruppo femminista “Donna e società”) .. . Reclutano futuri mercenari per Soros. E’ anche presente l’Human Rights Watch (HRW). Il CESID e tutti gli altri istituti che fanno sondaggi.
UN’ACQUISTO POLITICO DEI ROTHSCHILD
Oltre al settore “non governativo”, Soros ha posato anche le mani sulle finanze, controllandole tramite vari “esperti” (G17 +) che sono finanziati dalla “Open Society “.
Oltre a questo, dobbiamo sottolineare che Soros ha scorte alla Societe Generale bank, che occupa una parte importante del mercato finanziario. Anche il Tribunale dell’Aja è finanziato dai fondi di Soros.
I più attivi esponenti di Soros nella vita politica in Serbia (ovviamente, a parte i sistemi “non governativi” e il G17 +) è la coalizione raccolta intorno all LDP e a Cedomir Jovanovic, che è stato il più costoso degli investimenti Rothshild in relazione alle ultime elezioni in parlamento. Insieme con gli ospiti del programma radiofonico Pescanik (Radio B92), questo gruppo anti-serbo articola le idee più forti e brutali di Nathaniel Rothshild. La deus ex machina di questo gruppo è la virulenao Latinka Perovic, fondatrice del liberalismo moderno in Serbia. Dovremmo dire che l’influenza di Soros si diffonde bene anche attraverso al Partito Democratico. Il miglior esempio di questo fatto è l’elezione di Oliver Dulic, uno del personale di Sonja Liht, come presidente del parlamento serbo.
Importanti aziende dei Rothshild in questa regione sono la Carlyle Group e l’International Crisis Group, che, guidata da Soros, ha condotto una campagna per il Kosovo indipendente per anni. Oltre a Soros, il gruppo è finanziato da Rupert Murdoch (Sky), Goldman Sacks, JP Morgan … I membri di questo gruppo sono o sono stati Ahtisari Marti, James Lion, Morton Abramovich, Louise Arbour, Bzezinski, Wesley Clark, Mihail Hodorkovski, Thorvald Stoltenberg … Il personale è cambiato nel tempo, ma non la politica anti-serba.
Il Kosovo indipendente è anche nell’interesse dei Rothshilds, poichè rappresenta il “Kuwait serbo”, con enormi riserve di piombo, zinco, oro, carbone … Sin dall’inizio dell’occupazione del Kosovo e di Metohija (Kosovo) Soros ha investito un sacco di soldi e si è sforzato di entrare in possesso di Trepca per i Rothshilds. Un importante anello della catena è Agron Dida, viceministro dell’Energia e delle Miniere nel governo del Kosovo, che è stato eletto a questa carica dopo essere stato un membro di KFOS (una delle organizzazioni di Soros). L’indipendenza è cruciale per gli interessi sulle miniere e sulle aziende metallurgiche dei Rothshilds, in quanto essa potrebbe fornire loro una scorciatoia verso le ricchezze di minerali e le risorse energetiche che sono presenti scarsamente nel mondo.Nel frattempo la società Alferon ha acquistato l’impianto metallurgico di Feronikl, che possiede numerose miniere a cielo aperto. Alferon è di proprietà di tre uomini d’affari dal Kazakhstan (cioè dei magnati dei Rothshild, uno dei quali è Alexander Mashkevic, anche lui un Cazaro) ed è parte dell’ENRC (Eurasian Natural Resources Corporation)

Responsabile del ENRC e dell’Alferon è Johannes Sittard, uno dei rappresentanti dei Rothschild, e fino a poco tempo fa era anche il braccio destro di Lakshmi Mital (un investitore della famiglia Rothschild). Mital investì 100 milioni di dollari nello sviluppo della società. Oltre l’Alferon, la società Global Steel (di proprietà di Pramod Mital) è presente anche in Kosovo, attraverso la sua filiale bulgara Kremikovici, che ha acquisito nel 2005. Questa società ha acquistato l’impianto Lamkos (per l’acciaio zincato) a Vucitrn. Dobbiamo ricordare che questa azienda ha inoltre acquistato la fonderia Lemind a Leskovac e la Zastava Smithy aKragujevac.Allo stesso tempo, Soros ha ampliato la sua influenza attraverso il Fondo per il Kosovo (KFOS), finanziando i media (Koha Ditore), i politici (Veton Suroi) … Parte della stessa catena è Ekrem Luka, che ha preso in mano la fabbrica di birra di Pec. Egli coordina il lavoro degli altri rami non governativi per i diritti umani attraverso la rete dei Balcani.
Ha anche assicurato privilegi per Alcatel, la società di telefonia mobile in Kosovo, che controlla indirettamente tramite Globalstar LPOltre al lavoro di saccheggio del Kosovo e della Metohija, Soros e l’International Crisis Group stanno cominciando a rivolgere la loro attenzione sulla Voivodina. In collaborazione con il governo di questa provincia, stanno cercando di far sedere la Voivodina allo stesso tavolo con la Croazia, Ungheria e Romania, le quali sono tutte mandanti dei Rothschild. Con questo scopo hanno istituito il “Danube project”, sostenuto da Germania e Austria. Secondo questa idea, la Voivodina deve essere inserita in una confederazione di paesi nel Bacino del Danubio come una “regione europea”. Non molto tempo fa l’ambasciatore tedesco Zobel (un Cazaro) ha richiamato l’attenzione su questa vicenda, senza dubbio in maniera deliberata. Il progetto viene realizzato attraverso l’acquisizione di produzioni agricole, zuccherifici, caseifici, raffinerie di petrolio, banche … le aziende agricole vengono acquistate con sempre più frequenza dai Croati, che hanno già acquistato diverse società alimentari importanti. L’Agrokor ha acquistato la Dijamant di Zrenjanin, la Nekse Group ha acquistato la Polet IGK, la Strazilovo, e ha degli stocks nella compagnia Toza Markovic per la produzione di materiali da costruzione (possiede anche la Jelen Do, impianto per la produzione di calce e pietra). La Somboled è stata acquistata.D’altra parte, sia l’Austria che la Germania stanno posizionando le loro società in provincia. La società tedesca Nordzucker ha acquistato zuccherifici in tutta la Voivodina. Con la MG Commerce ha costituito la società Sunoko e in questo modo è venuto in possesso di decine di migliaia di acri di terra. La Stada ha acquistato Hemofarm. La VAC ha acquistato Dnevnik di Novi Sad. L’austriaca Erste Bank ha scelto Novi Sad come sede. Il gruppo bancario OTC e la Metals bank hanno fatto lo stesso. Questi fatti coincidono con una penetrazione sempre più intensiva delle società ungheresi in Serbia e nella regione, così come una maggiore influenza da parte del governo ungherese. Entrambi sono sostenuti da Nathaniel Rothschild.
Dobbiamo ricordare che ai serbi in Austria è stato concesso anche lo status di minoranza nazionale. Quindi, questo sarebbe lo status dei serbi nella futura Confederazione, che rappresenterebbe una realizzazione del progetto Alpe-Adria – una incarnazione dello stato asburgico.
La seconda corsia dove Nathaniel Rothschild si può fare strada in Serbia è occupata dai fondi d’investimento da Virgin e da altre isole esotiche, che sono apparentemente possedute da “ebrei russi” (in realtà, Cazari). Il più importante è Salford, dalle Virgin Islands, dietro il quale si cela Boris Berezovski (un Cazaro) e il capitale Rothschild. Il fondo venne istituito a Londra nel 2001 e oggi Salford possiede quasi tutte le industrie lattiero-casearie in Serbia (Imlek, Novi Sad Dairy, Subotica Dairy, Impaz, Zemun), Bambi concern, Knjaz Milos …Il fondo venne creato da Eugene Geffy, un Cazaro russo, che si è creato una carriera nella banca russa Alfa, che è collegata a Boris Berezovski e a Friedman.Uno dei membri della commissione Salford è Lord Tim Bell, ex consigliere di Margaret Thatcher, è molto vicino a Berezovski, Rupert Murdoch, Viktor Yuschenko, ed era in buoni rapporti con Yeltsin. Il presidente di questo fondo è Klaus Mangel, che è stato partner di Boris Berezovski nella vendita di automobili Mercedes in Russia.
La terza corsia per la colonizzazione è occupata da aziende del settore delle costruzioni, miniere, industria metallurgica, finanza, banche e editoria, la maggior parte delle quali sono direttamente connesse con il giovane Rothschild. Uno di loro e, al tempo stesso, la società più attiva nella regione è TriGranit, che ha una sede a Budapest, e che ha nel corso degli ultimi anni è cresciuta fino a diventare un gigante regionale e leader nei grandi progetti di investimento.

Ha costruito una serie di centri commerciali e finanziari in Polonia, Slovacchia, Ungheria, Slovenia, Romania, Bulgaria … In Croazia è in procinto di costruire un palazzetto dello sport con 20.000 posti a sedere e spazi per uffici. In Serbia TriGranit dovrebbe costruire la stazione ferroviaria “Prokop” ( i lavori devono ancora cominciare ).Al ramo Riotinto (una delle più grandi società minerarie al mondo) è stata rilasciata la concessione di sfruttamento delle minerale di boro (che si può ancora trovare solo in Cina e Turchia) nei dintorni di Baljevac vicino al fiume Ibar. altre società minerarie sono presenti come la Glenkor, che Rothschild controlla attraverso il suo agente Mark Rich (un Cazaro) e Phelps Dodge, dove si trova il capitale Atticus (Atticus è il fondo d’investimento Rothschild). Queste due società stanno facendo offerte per i rimanenti bacini minerari. La società Magnohrom da Kraljevo fu acquistata attraverso la società Mital indiana. Per inciso, la famiglia Mital è stata una rappresentante della dinastia Rothshild per lungo tempo. Wilbur Ross, un banchiere Rothschild per molti anni, occupa una posizione manageriale in Mital. Oltre alla società Mital, i Rothschild e i Mital controllano la società FieldFresh Foods, che produce ed esporta prodotti alimentari dall’India.
I settori bancario e finanziario sono dominati dalla dinastia. Le principali banche, come Banca Intesa, Credit Agricole, gruppo Unicredit, Societe General sono controllate dal Rothshilds.
La leva che ne consente il controllo è Antoine Bernheim (un Cazaro), a capo del gruppo Delta Generali. Le banche greche Pireo e Laiki sono sotto il controllo del gruppo finanziaria Marfin, in cui è collocato capitale dei Rothshild. Il Cazaro Shandor Chanyi, uno dei comproprietari di TriGranit, permette ai Rothshild di espandere le loro operazioni nel settore dei servizi bancari tramite il suo gruppo OTP. OTP ha acquistato più di tre banche in Serbia: Kula, Nis e la Banca Zepter. Metals Bank di Novi Sad è stata acquistata dalla JNR Limited investment fund dei Rothschild (Jacob e Nathaniel Rothschild). Il giovane Rothshild controlla anche la compagnia petrolifera ungherese MOL, anche questa attraverso Chanyi.
La MOL è presente sul mercato serbo dal 2005 ed è un serio candidato per la partecipazione alla privatizzazione del settore petrolifero.Dovremmo anche ricordare che NM Rothschild è il consulente finanziario di NLB Continental, un gruppo bancario sloveno.I Rothschild hanno partecipato alla privatizzazione della Mobtel pure. Sono stati presenti nel settore editoriale attraverso la slovena “Mladinska knjiga”, che fa parte del “Reader’s Digest”, una società americana la cui parte è stata recentemente acquistata dai Rothschild.

I ROTHSCHILD IN MONTENEGRO, NELLA REPUBBLICA SRPSKA, NELLA FEDERAZIONE BOSNIACA, CROAZIA E MACEDONIA

L’arrivo della delegazione dei Rothschild subito dopo il referendum (promosso ed effettuato dagli stessi Rothschild), significa aver marchiato uno degli stati serbi più antichi con il termine “colonizzato”. Jacob e Nathaniel Rothshild hanno così ottenuto un’altra colonia. Oggi, il Montenegro è completamente di proprietà di società Kazare gestite dalla famiglia Rothshilds. Il modello è lo stesso. Come nel resto della regione, il processo di colonizzazione è stato effettuato dai Rothschild. Vicino a loro ci sono uomini d’affari “russi”, come Soros ecc …Ci sono appalti da assegnare, risorse naturali, impianti metallurgici, il turismo …
Proprio come in Serbia e negli altri stati della regione, Soros aveva già intessuto una rete di ONG. CEDEM, il Comitato di Helsinki per i diritti umani, Human Rights Action e querum Hominem sono solo alcuni di essi. A questo possiamo aggiungere i media controllati (ANEM), attraverso il quale egli ha svolto – con successo, si scopre – una campagna anti-serba. In collaborazione con organizzazioni europee e con la Commissione di Venezia (uno dei cui membri è Vojin Dimitrijevic) ha attivamente sostenuto il progetto di indipendenza.

Peter Munk (uno dei manager di Nathaniel, anche lui Cazaro) ha assunto (tramite OTP) la società Arsenal di Tivat, dove TriGranit sta costruendo un grande porto turistico. La stessa società sta progettando la costruzione di un centro commerciale-finanziario a Podgorica, Ulcinj, Budva …Il capo dei manager, Chanyi (gruppo bancario OTP), ha occupato il settore bancario con l’acquisto della Banca Commerciale del Montenegro, che copre più della metà del mercato finanziario in Montenegro. Il suo alleato è Rothschild con le sue Società Generali, che ha acquistato la Podgorica Bank. Il gruppo NLV ha acquistato la Banca delMontenegro.Oltre a questo, la MOI dei Rothschild e di Chanyi presto diventerà un partner strategico per la società petrolifera di Stato “Montenegro Bonus”. Milo Djukanovic, che ha dato ai Rothshilds un assegno in bianco, è stato premiato con una posizione manageriale nella Tigranit, il che la dice lunga sulla sua parte nel processo di colonizzazione.Monet, la società di telefonia mobile che fa parte di Deutsche Telekom, è indirettamente controllata dai Rothschild!
Un ruolo importante nella colonizzazione del Montenegro è stato giocato da Oleg Deripaska, un multimilionario Cazaro russo. Nathaniel Rothschild si è vantato di avere ottimi rapporti con lui. Come uno dei rami della famiglia Rothschild, la società Deripaska Rusal ha comprato KAP (The Alluminium Plant Podgorica). Attraverso la sua affiliata Salamon, ha rilevato la miniera di bauxite di Niksic. Va ricordato che la Rusal e la Glenkor spesso agiscono insieme. La società austriaca Strabag, ha acquistato sulla società Crnagoraput. Vengono acquistati permessi turistici, nonché zone costiere interessanti e terreni edificabili …Al fine di assicurare la sua posizione in questa colonia, Rothschild ha creato un organismo di lunga durata che elargiva borse di studio agli studenti provenienti da Montenegro.
LA REPUBBPLICA DI SRPSKA
La compagnia Mittal Steel Zenica acquistò la RZR Ljubija, un complesso di miniere con grandi riserve di minerale di ferro. Dobbiamo ricordare che anche le società statali russe Juzuralzoloto e Zarubeznjev erano presenti. La prima è diventata un partner strategico degli impianti minerari Sase a Srebrenica, la seconda ha acquistato raffinerie di petrolio (Modrica, Petrol). Per questo motivo, qualunque ulteriore penetrazione della MOL e della Mittal sono stati impediti.

FEDERAZIONE DI BOSNIA ED ERZEGOVINA
Nella parte croato-musulmana della Bosnia, il gruppo Mittal è il leader nel settore delle miniere e della metallurgia. Questo gruppo ha preso in mano la produzione di acciaio a Zenica, uno dei più grandi impianti d’acciaio nei Balcani. Anche il complesso minerario di Ljubija nella Repubblica Srpska è entrato a far parte della Mittal.Il campo dell’energia è riservato alla MOL, che ha acquistato la compagnia petrolifera statale Energopetrol. Boris Berezovski, tramite il suo fondo di investimenti, il Salford, ha acquistato l’industria casearia (Mlekoprodukt – K. Dubica, Campomil – Sarajevo). Si prevede che anche i caseifici di Lubiana cadranno sotto il controllo del magnate. Inclusi i caseifici di Tuzla.Il settore bancario e delle finanze è stato dominato dai Rothschild con le banche Unicredit, Intesa …
Fin dal 1993, Soros è stato presente nella Federazione attraverso la sua rete di ONG. La stessa che negli altri paesi, è estremamente orientata alla demonizzazione serba. Alcuni dei membri più famosi della Open Society di Soros sono stati Jacob Finci e Ivan Straus (Cazari). Oltre alla Open Society, possiamo citare la “Obrazovanje Gradi”, il Media Centre a Sarajevo, il Comitato di Helsinki, le donne di Bosnia e di altre ONG. Egli controlla anche i seguenti mezzi – il quotidiano Oslobodjenje, the Start magazine, the HTV Hajat television, l’agenzia stampa ONASA
LA CROAZIA
A differenza degli altri stati balcanici, la Croazia è stata occupata dai Rothschild principalmente dall’Ungheria, che costituisce la base per l’espansione della dinastia Cazara.InCroazia Soros è meno presente che negli altri paesi. La carta vincente del settore non governativo è Zarko Puhovski.Oltre alla MOL che ha rilevato la società petrolifera INA, un’altra importante azienda Rothschild nell’industria croata è la TriGranit. Un consorzio Ingra-TriGranit venne fondato (a capo della Ingra vi è Igor Openheim, un Cazaro). Il piano è quello di costruire il Centro sportivo di Zagabria, con una capacità di 20.000 posti a sedere. TriGranit ha anche ambizioni per quanto riguarda le coste croate.
La T-Mobile è presente nel settore delle telecomunicazioni.
MACEDONIA
Dopo la disgregazione della Jugoslavia, l’ex repubblica ha condiviso la sorte delle altre colonie nella regione. Si consideri infatti che l’economia e le risorse sono in fase di tranquilla occupazione e alla gente viene promesso un “futuro migliore” nella UE. Allo stesso tempo, viene promosso un elemento pro-albanese, con l’obiettivo di completare il progetto della Grande Albania.Una parte centrale della Macedonia è occupata dalla Mittal Steel Skopje, una parte della società Mittal, che ha acquistato l’impianto metallurgico a Skopje, garantendosi così il dominio nella regione. Nel settore bancario, la Societe Generale ha acquisito la Ohrid Bank.D’altra parte, Soros appoggia apertamente gli interessi albanesi. A questo scopo usa numerose organizzazioni – il Comitato di Helsinki, il Centro per l’intesa Multiculturale, l’Associazione per le iniziative democratiche, il tutto dominato dagli albanesi. Lo stesso vale per i media. Soros controlla la televisione “Shutel” e le stazioni radio Vati e Life.
Soros inoltre ha accreditato al governo macedone nel 1994 ben 25 milioni di dollari. Durante questo periodo ha anche conquistato una grossa influenza su l’allora primo ministro e attuale presidente della Macedonia, Branko Crvenkovski. Branko Crvenkovski ha sostenuto apertamente il piano di Marti Ahtisaari per il Kosovo.
REPUBBLICA DI SRPSKA
La Repubblica di Srpska, è costantemente sotto pressione, viene conquistata dai Rothschild tramite le fondazioni di Soros, Mital Steel Corporation, Salford.In conformità con la sua lunga e consoldiata consuetudine, Soros fondò un certo numero di organizzazioni non governative con lo stesso obiettivo, come in Serbia (il Comitato di Helsinki per i diritti umani, Lex International …). I media di Soros sono riuniti presso l’organo di stampa internazionale, “Press Now” e presso il centro media a Sarajevo. Tra questi media sono “Nezavisne novine”, “The Alternative Television Banja Luka”, “Net novinar”…

Soros è dentro anche alla società di telefonia mobile macedone MT tramite la società “Stonebridge Communications”, di cui dispone di molte azioni. Per inciso, la MT è indirettamente controllata dai Rothschild attraverso il “Blackstone Group “, un importante gruppo finanziario di investimenti fondato nel 1985 dai loro rappresentanti Peter George Peterson e Stefan Schwartzman (un Cazaro). Entrambi avevano già fatto carriera nelle filiali Rothschild della “Lehman Brothers” e della “Kuhn Loeb Inc.”. Il Blackstone group è il maggior azionista della “Deutsche Telekom” (T-Mobile), che incorpora anche la società di telefonia Ungara, Matav – la proprietaria della compagnia di telefonia mobile macedone MT. La “T-Mobile” è la seconda più grande compagnia di telefonia mobile in Macedonia.Sulla via verso il loro obiettivo i Rothschild si introducono nelle riforme, nelle transizioni, nelle terapie d’urto, nelle elezioni, nei referendum, nelle secessioni, nelle rivoluzioni, nelle guerre civili, negli interventi militari …
Alle nazioni vengono offerte “libertà”, “democrazia” e asservimento volontario, in cambio della loro indipendenza e delle loro risorse!L’alternativa sono sanzioni, isolamento e bombardamenti!
L’ex Jugoslavia è stata una fase nella crociata dell’impero Rothschild verso est. Le combinazioni di geopolitica ancora una volta non erano favorevoli alla Serbia.

Purtroppo, la Serbia si trovava sul percorso di questa bestia dal viso gentile.
http://neovitruvian.wordpress.com/2011/02/11/la-piovra-rothschild/