domenica 26 febbraio 2017

LEGA NORD, PD E FORZA ITALIA ALLA FESTA ROTHSCHILD DEL 2016 A ROMA

Nel maggio 2016 a Roma presso l'hotel dei Cavalieri Hilton
si e' tenuta una festa per i 68 anni di Israele (stato dei Rothschild).
Erano presenti Maria Elena Boschi (PD), Roberta Pinotti (PD) Linda Lanzillotta (PD)
Luca Zaia (Lega Nord) Maurizio Gasparri (Forza Italia) Nicola Zingaretti (PD)
Fabrizio Cicchitto (NCD, partito filiale di Forza Italia) Pier Ferdinando Casini (UCD)
Gianfranco Fini (ex-Msi ex-Pdl) Mara Carfagna (Forza Italia) ed altri

Fonte :

http://formiche.net/gallerie/68-anni-indipendenza-israele-foto-pizzi/



LA LEGA NORD SUPPORTA UOMINI-ROTHSCHILD

La Lega Nord come penultimo presidente della Repubblica Italiana ha votato per Napolitano (uomo-Rothschild) (1)
Come ultimo presidente ha votato, insieme a Fratelli d'Italia a favore del sionista Vittorio Feltri (2) (3), che va ai party con i Rothschild (4) mentre non ha supportato la candidatura di Imposimato che
ha denunciato il Bilderberg dei Rothschild (5)

Fonte .

(1) http://www.corriere.it/politica/speciali/2013/elezioni-presidente-repubblica/notizie/20aprile-elezione-presidente_5c4ab4e0-a98b-11e2-8070-0e94b2f2d724.shtml

(2) http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/01/29/presidente-repubblica-elezioni-in-diretta-ok-unanime-pd-mattarella/1379862/

(3) http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/rimasto-solo-vittorio-feltri-difendere-israele-stamattina-16108.htm

(4) http://www.ilgiornale.it/news/schumacher-vince-anche-cavallino-d-oro-nome-ricerca.html

(5) https://www.youtube.com/watch?v=zYu4pxETm5g



I TESTIMONI DI GEOVA E' UNA CREATURA DEI ROTHSCHILD

I Testimoni di Geova sono un'organizzazione satanica le cui radici si collocano
saldamente all'interno della massoneria.
Charles Taze Russell l'illustre fondatore della Societa' Torre di Guardia
che in seguito divenne il movimento dei Testimoni di Geova. era parte degli Illuminati ed e' stato coinvolto nella formazione del famigerato Skull & Bones Society presso la Yale University.
Il Signor Russell era un satanista dichiarato che, secondo la moglie, e' stato coinvolto nella pedofilia.
Era anche un amico intimo della famiglia Rothschild. Sono stati i Rothschild a finanziare inizialmente i Testimoni di Geova attraverso 'contribuiti' provenienti da organizzazioni controllate dai Rothschild come il B'nai B'rith.
Questo fatto e' stato mostrato nel 1922 in un tribunale.
Una delle persone chiave nel finanziare i Testimoni di Geova fu Frank Goldman che sarebbe diventato presidente della B'nai B'rith.
Charles Taze Russell e' stato un massone 33° ed un membro dei Cavalieri Templari.
Mr Russell ha introdotto l'occultismo nella sua religione insegnando che le piramidi in Egitto sono presagi divini. Ha insegnato che contenevano segreti profetici che erano noti solo a lui.
Il signor Russell era cosi' convinto del loro potere mistico e la sua conoscenza esclusiva dei loro segreti che lui ed i suoi seguaci hanno speso una piccola fortuna nel fare un pellegrinaggio in Egitto in modo da osservarli
Secondo Mr Russell solo leggendo i suoi libri si puo' comprendere i misteri della piramide e come si inseriscono nel 'disegno divino'. Una della piu' strane 'rivelazioni' della piramide era la sua data calcolata del 1914.
La data e' stata basata sulle sue misure dei passaggi interni delle piramidi. Egli ha detto che nel 1914 ci sarebbe stata la fine del mondo e che Dio lo aveva rivelato solo a lui.
Tuttavia quando nel 1914 non c'e' stata la fine del mondo ha cercato di coprire le prove.

Fonte :

https://williamcooperrevisited.wordpress.com/2011/11/07/the-occult-roots-of-the-jehovahs-witnesses/



venerdì 24 febbraio 2017

SALVATORE TAMBURRO : OGNI ANNO L'ITALIA PAGA CIRCA 80/90 MILIARDI DI EURO SOLO DI INTERESSI MATURATI SU UN DEBITO-TRUFFA, QUINDI NON DOVUTI

Intervista a Salvatore Tamburro del 2012
Lei è una istituzione nel suo ambiente, ci spiega cos’è il Signoraggio?
“Il signoraggio è una truffa. Il termine trae le origini dal medioevo, dalla parola “seignorage”, che indicava il “reddito del signore”, ossia quando il cittadino consegnava al signore del feudo una quantitativo d’oro che veniva poi trasformato in moneta con l’effige feudale, ed in quella sede il signore tratteneva per sè una parte di quell’oro, indicata appunto come “reddito del signore”. Attualmente il signoraggio rappresenta, invece, il reddito che ricava colui che ha il potere di emettere moneta. Oggigiorno le banche centrali emettono moneta, che prestano agli Stati in cambio dei cosiddetti Titoli di Stato (Bpt, Cct,) gravati, questi ultimi, di tassi di interesse da corrispondere a scadenza dei Titoli stessi. Attualmente l’Italia paga circa 80-90 miliardi di euro all’anno alle banche solo di interessi sui titoli”.
La Banca d’Italia è un’istituzione di diritto pubblico, come molti credono? E la stessa è indipendente dalla BCE, soprattutto dopo l’entrata in euro zona?
“La Banca d’Italia è solo in teoria una istituzione di diritto pubblico, ma nei fatti è una Società per Azioni, il cui pacchetto azionario è detenuto per il 95% da banche ed assicurazioni e solo una misera quota del 5% è in mano pubblica, ossia INPS ed INAIL. Con l’entrata in vigore dell’euro la Banca d’Italia è retrocessa a ruolo di filiale della B.C.E.. La Banca Centrale Europea è anch’essa una banca privata, in quanto raggruppa al suo interno altre banche centrali di carattere non pubblico”.
E’ vero che la Banca d’Italia ha dei conti alle Cayman?
“E’ vero, sono stati trovati due conti della Banca d’Italia alle isole Cayman, noto paradiso fiscale”.
Chi decide la nostra politica monetaria?
“La nostra politica monetaria è decisa da istituzioni bancarie sovranazionali, non elette da alcun cittadino europeo. Lo Stato, privato del suo potere più importante, ossia emettere moneta, è automaticamente condizionato al volere dei mercati della finanza, in quanto per poter produrre beni e servizi, deve poter convincere gli investitori a comprare i propri Titoli di Stato per attrarre massa monetaria, affinchè possa attuare la spesa pubblica necessaria a soddisfare le richieste della collettività. In sintesi, lo Stato non può stampare moneta e produrre beni pubblici, ma deve prima sottostare al diktat delle banche nella gestione della sua politica monetaria”.
In Grecia c’è Lucas Papademos a guidare il paese e in Italia Mario Monti: E’ un caso che siano stati scelti due tecnocrati provenienti da Goldman Sachs, Commissione Trilaterale e BCE?
“Non è un caso. Sia in Grecia con Papademos che in Italia con Monti abbiamo assistito alla discesa in campo dei banchieri in persona. Raffigurandosi due situazioni a rischio default, come quella greca ed italiana, l’oligarchia bancaria ha impostato un “governo tecnico”, non eletto democraticamente da alcun cittadino, con l’intento di far accettare al popolo crudeli misure di austerity, come aumenti delle tasse e tagli della spesa pubblica; misure appunto impopolari che difficilmente gli schieramenti di destra e sinistra siano stati in grado di promuovere”.
A febbraio 2012 è uscito il suo ultimo libro “Non è Crisi è truffa”, nel quale spiega  cosa si celi dietro a concetti, terminologie e dinamiche economiche date per “infallibili”: Chi sono coloro che si trovano dietro a questa “truffa”?
“Come già dice il titolo del libro qui non si parla di crisi, ma di truffa! Una truffa architettata a regola d’arte da chi detiene le redini del potere, e mi riferisco all’oligarchia bancaria e alle grandi corporation. L’obiettivo è impossessarsi sempre di più di “pezzi di Stato”, obbligare il popolo a cedere sempre di più la propria sovranità ad organismi sovranazionali quali BCE, Ue, FMI, WTO, affinchè beni e servizi pubblici ricadano nelle mani di privati e al contempo anche il potere politico ed economico venga accentrato nelle mani di una ristretta élite di potenti”.
Nel suo libro parla del PIL, ovvero prodotto interno lordo: Ma cos’è realmente?
“Il P.I.L. è un indice preso come riferimento per rappresentare la ricchezza di un Paese. Come ho sottolineato nel libro il PIL è però un indice fallace, che non tiene conto di tanti aspetti della società, in particolare non considera tutte le componenti negative che sono insite in un processo produttivo. Per fare un esempio banale: se la società Alfa SpA produce e vende prodotti chimici allora il PIL sale, ma nel frattempo il PIL non terrà conto del fatto che la Alfa SpA sta inquinando il fiume vicino alla fabbrica con le sostanza di scarto della sua produzione, con necessari costi futuri per la bonifica di quel fiume”.
Le società di rating sembrano decidere le sorti economiche di un paese: Cosa sono? Chi c’è dietro e chi conferisce loro tutto questo potere?
“Le società di rating io le ho definite delle “prostitute finanziarie”, per il semplice fatto che operano in pieno conflitto di interessi: sono società per azioni pagate per esprimere il loro giudizio. Esse esprimono giudizio su tutto: dalle azioni della società Alfa SpA alla capacità di uno Stato di ripagare il suo debito. In virtù di questo potere acquisito possono fare seri danni all’economia di uno Stato, poichè imputando un rating negativo ad un Paese, ad esempio come hanno fatto con la Grecia, obbligano questo ultimo ad aumentare i rendimenti dei proprio titoli di stato al fine di renderli più “appetibili” sul mercato; in tal modo però, pagando un tasso di interesse maggiore, portano ad innalzare maggiormente il debito pubblico di quello Stato”.
Quanto paga, in termini di interessi, l’Italia sul debito pubblico, e riusciremo mai ad uscire da questo vortice?
“L’Italia paga circa 80-90 miliardi di euro di interessi ogni anno solo sul debito pubblico, dovuto ai Titoli di Stato che vanno in scadenza e devono essere ripagati. Questo del debito pubblico è un vortice senza fine, poichè ogni debito chiama a se un altro debito. E’ come diventare vittima di uno strozzino, finchè non te ne liberi totalmente finisci sempre per essere vittima del vortice dell’usura”.
La prefazione del suo libro ha la firma dell’Avvocato Alfonso Luigi Marra, ex Parlamentare Europeo, fondatore, nel 1987, del P.A.S. (Partito di Azione per lo Sviluppo), dell’associazione FermiamoLeBanche e anch’egli fortemente attivo sul fronte del signoraggio: com’è nato questo rapporto di collaborazione?
“Conoscevo l’avv.Marra già da diverso tempo, prima per il suo impegno ormai trentennale nelle cause contro le banche, e poi ho avuto il piacere di conoscerlo anche personalmente, instaurando una bella amicizia. Lo ringrazio ancora una volta per essersi prestato a scrivere la prefazione al mio libro, oltre che offrirmi attenti spunti di riflessione su molte tematiche di cui amiamo discorrere”.
Riusciremo mai ad uscire da questa “Truffa”?
“Una volta conosciuto il problema, esiste anche la soluzione. La maggior parte del popolo è ignara della truffa del signoraggio nella quale è immersa; e l’oligarchia al potere si crogiola proprio dell’ignoranza e dell’indifferenza del popolo, aiutata da politici e mass-media ad essa collusi, col chiaro compito di non rappresentare il reale funzionamento del sistema economico in cui viviamo. Appurato il problema del signoraggio e dichiarato il debito pubblico “detestabile”, ossia impagabile, le soluzioni sono immediate: ossia proporre la sovranità monetaria nelle mani dello Stato, capace di renderlo autonomo nel finanziare la sua spesa pubblica, ed introdurre più strumenti di democrazia diretta, quali referendum propositivi (non solo abrogativi), bilancio partecipativo, e qualsiasi altro strumento che possa rendere il cittadino parte attiva della res pubblica”.
Fonte :

https://www.picenooggi.it/2012/05/01/10323/non-e-crisi-e-truffa-alla-scoperta-dellultimo-libro-di-salvatore-tamburro/



lunedì 20 febbraio 2017

SERENELLA FUCKSIA E CAMILLA FABBRI SONO TRA I FIRMATARI DEL DISEGNO DI LEGGE CHE CON LA SCUSA DELLE 'FAKE NEWS' VUOLE FAR CHIUDERE L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

I marchigiani firmatari del disegno di legge che vuole sopprimere l'informazione indipendente
sono :
Camilla Fabbri (PD)
Serenella Fucksia (Gruppo Misto) (1)
Entrambe in passato si erano opposte allo stop alle sanzioni alla Russia proposto dal senatore Tosato (2)

Fonti :

(1) http://disinformazione.it/Fake_news.htm

(2)  http://nomassoneriamacerata.blogspot.it/2016/06/tutti-i-senatori-marchigiani-presenti.html



domenica 19 febbraio 2017

LA SANZIONI HANNO COSTRETTO LA RUSSIA A PRODURSI ALCUNI BENI CHE PRIMA IMPORTAVA TRAENDONE UN BENEFICIO ECONOMICO

“Sarebbero quasi 4 miliardi di dollari i ricavi dalla produzione interna russa derivanti dalla politica di sostituzione delle importazioni. Si tratta di formaggi e salumi nazionali e di altri prodotti che prima venivano importati dall’estero e che ora sono stati sostituiti dalla produzione russa”. È quanto ha dichiarato il vice ministro dell’Agricoltura Evgenij Gromyko all’inaugurazione della mostra “Prodexpo”.
L’embargo alimentare è entrato in vigore in Russia dall’agosto 2014 e riguarda una serie di Paesi che hanno introdotto le sanzioni nei confronti della Federazione. Sotto la scure dei divieti sono finiti carne e derivati, latte e prodotti caseari, pesce e prodotti ittici e frutta e ortaggi.
In precedenza il ministro dell’Agricoltura, Aleksandr Tkachev, aveva dichiarato che a causa dell’embargo la Russia aveva diminuito il volume di import dell’agroalimentare da 60 a 20 miliardi (a partire dal 2014). A suo avviso, i prodotti russi costituivano l’80–90% dell’assortimento presente nei negozi.

Il mercato delle carni
Secondo i dati dell’Associazione nazionale carni, lo scorso anno la produzione di carne di pollame, suina e di manzo avrebbe avuto un incremento del 5,1% rispetto al 2015.
“Nel 2017 il trend di riduzione delle importazioni di carne continuerà, ma non sarà più critico e influirà in certa misura anche sui prezzi. Sull’import di pollame inciderà solo per il 4,2%”, sostiene Diana Nizovtseva, esperto capo dell’associazione.
Tuttavia, nel complesso il limite di crescita nel mercato delle carni si è esaurito. L’indicatore del consumo di carni ha raggiunto in Russia la discreta cifra di 73 kg pro capite, superato solo dall’indicatore del 2013 secondo cui i russi avevano consumato 75 kg di carni pro capite all’anno.
Il freno principale a un ulteriore incremento del consumo di carne è determinato quest’anno dal basso livello dei redditi della popolazione. Le condizioni del mercato interno difficilmente garantiranno dei livelli elevati di consumo delle carni. La via d’uscita è una sola: cercare mercati per l’export.

Quattro miliardi di dollari: è questa, secondo il Ministero dell’Agricoltura, l’entità dei ricavi derivanti dalla politica di sostituzione delle importazioni. Si tratta perlopiù di formaggi e salumi che prima venivano importati dall\'estero e che ora vengono prodotti in loco.

Gamberi in ascesa
Il settore ittico registra un forte calo nelle importazioni di pesce dovuto all’aumento della produzione russa. La flessione registrata lo scorso anno è quasi del 9%, pari a 511,6 migliaia di tonnellate. La Russia acquista all’estero quantità assai meno ingenti di aringhe, salmone e persino di acciughe affumicate sott’olio. Inoltre, i pescatori russi sono riusciti a incrementare le esportazioni, anche grazie all’aumento delle forniture di prodotti ittici lavorati e conservati.
Come spiega German Zverev, presidente dell’Associazione nazionale delle aziende ittiche, le controsanzioni hanno reso più attrattivi gamberi, aringhe e salmoni russi.
Il problema anche quest’anno sarà costituito dalla diminuzione del potere di acquisto della popolazione.
La concorrenza nel settore caseario
La produzione di latticini registra una lieve crescita pari a 17,8 milioni di tonnellate. Tuttavia, la carenza di formaggi ha portato i prezzi del latte crudo a livelli record. I produttori caseari russi devono affrontare la concorrenza dei prodotti più a buon mercato della vicina Bielorussia.
La Russia continua a restare uno dei maggiori importatori di prodotti caseari, ma lo spostamento della domanda verso prodotti più a buon mercato provoca nel complesso un calo della produzione (principalmente di formaggi, burro e ricotta). In compenso aumenta la produzione del latte comune.
Gli esperti non prevedono alcun miglioramento della situazione per il 2017.

Frutta e verdura
Ma il mercato degli ortaggi e della frutta è ancora ben lungi dall’essere saturo e per il 2017 sono attese novità positive. La maggiore speranza per una crescita della produzione risiede in primo luogo nell’incremento delle superfici destinate a serre e giardini intensivi.
Solo nel 2016 si prevedeva di adattare 185 ettari a serre e nei prossimi cinque anni si programma di creare altre 400 serre su una superficie complessiva di 2mila ettari.
Secondo le valutazioni degli esperti, per soddisfare la domanda russa di ortaggi prodotti in serre e chiuse e aperte, la produzione dovrebbe raggiungere annualmente 1,8 milioni tonnellate (attualmente è di 800 mila tonnellate). Per conseguire tale obiettivo occorreranno altri 3-4 anni.
Riguardo alla frutta, gli investitori hanno cominciato a investire nella creazione di frutteti, e principalmente di meleti. È chiaro che rispetto alla frutta esotica alla Russia non conviene ingaggiare una battaglia per contrastare le importazioni. Secondo gli esperti, la produzione di mele sarebbe più redditizia di quella di cereali e non richiederebbe investimenti così ingenti. Ora il rischio maggiore risiede in un annullamento degli effetti delle controsanzioni.


Fonte :

http://www.consolatorusan.it/pag.php?n=751
















Fonte :

http://www.consolatorusan.it/pag.php?n=751

DONALD TRUMP UN ATTORE AL SERVIZIO DEI ROTHSCHILD

Tutti sanno che Hillary Clinton era il candidato istituzionale sostenuto dai Rothschild e dal Nuovo Ordine Mondiale,
Ma cio' che e' meno noto e' che Donald Trump e' una creazione dei Rothschild ed un attore, svolge la sua parte nella grande farsa che e' la falsa elezione degli Illuminati.
Progettato per mantenere il controllo delle persone in questa societa' apparentemente democratica.
Gli analisti politici hanno detto che l'inclinazione di Trump per la presidenza e' il frutto di trent'anni di lavoro.
Trent'anni fa i membri della famiglia Rothschild hanno salvato Trump dal fallimento e lo hanno portato sotto la loro parte.
Nel 1987 Trump ha acquistato il 93% delle azioni in Resort International, una societa' di facciata della CIA e del Mossad dagli inizia degli '50 creata per riciclare denaro proveniente dal traffico di droga, gioco d'azzardo ed altre attivita' illegali. Il 30 ottobre 1978 il giornale Spotlight rileva come i principali investitori di Resort International erano Meyer Lansky, William Rosenbaum,
William Mellon Hitchock, David Rockfeller ed un Baron Edmond de Rothschild.
Nel 1987 alla morte di James Crosby uomo CIA, capo della Resorts International diventa Trump.
Ma mentre il nome di Trump e' apparso in prima pagina, i nomi dei motori reali dietro Resorts International come Rothschild e Rockfeller sono rimasti nascosti al pubblico.
Successivamente Trump si e' trovato in difficolta' finanziarie quando il mercato immobiliare di New York e' colato a picco. I tre casino' di Trump come altri suoi beni erano sotto la minaccia degli istituti di credito. Fu solo con l'assistenza  e la garanzia di Wilbur L. Ross Jr senior managing director dei Rothschild che permise a Trump di tenere i casino e ricostruire il suo impero minacciato.
Lo stesso Wibur L. Ross ancora braccio destro di Jacob Rothschild ha sostenuto la candidatura di Trump nel marzo 2016.
Trump eletto presidente americano ha nominato Steven Mnuchin come Segretario del Tesoro.
Mnuchin ha lavorato 17 anni per Goldman Sachs e per George Soroso.
Infine il figlio di Jacob Rothschild, Nath usciva con Ivanka Trump


Fonte :

http://www.awdnews.com/society/revelation-donald-trump-is-a-rothschild-creation-and-actor,-playing-a-part-in-the-great-sham-that-is-the-illuminati%E2%80%99s-fake-election